NEW

Autosvezzamento

Il divezzamento, anche detto (meno correttamente) svezzamento, descrive il periodo di tempo in cui una progressiva riduzione dell'allattamento al seno o dell'alimentazione con il latte formulato, lascia il posto ad una graduale introduzione di alimenti complementari...

Noci e malattie cardiovascolari (CHD).

(Ros E Br J Nutr. 2015 aprile; 113 Suppl 2: S111-20) In virtù della loro composizione unica, è probabile che le noci influiscano positivamente sulla salute cardiovascolare. Studi epidemiologici hanno associato il consumo di noci con una ridotta incidenza di CHD in...

Gamberi e uova sono dannosi per il colesterolo?

In particolare, negli Stati Uniti, circa uno su quattro decessi si verificano a causa di malattie cardiache. La causa principale del CVD è l'aterosclerosi, che è una condizione infiammatoria cronica legata dalla deposizione di colesterolo e dei tessuti fibrosi nelle...

L’importanza di giustopeso.it

Obiettivo. Esaminare l'impatto dell'influenza dei social media sul marketing degli alimenti (sani e malsani) sull'assunzione di cibo da parte dei bambini. Per questo sono stati esaminati 176 bambini (9-11 anni, media 10,5 ± 0,7 anni), assegnati in modo casuale a...

Il calcio nella dieta

E mangiare in maniera equilibrata significa soprattutto "ruotare" i cibi presenti nel mondo animale ed in quello vegetale. Anche per quanto riguarda i minerali è indispensabile variare giornalmente le pietanze. Il calcio è il minerale più abbondante dell'organismo, è...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Vaccino contro l’Hpv? Si, grazie!

Secondo un’analisi combinata dei dati degli studi clinici, il vaccino 9-valente (9vHPV) contro il papilloma virus umano è generalmente ben tollerato e mostra un profilo di effetti collaterali paragonabile a quello del vaccino quadrivalente HPV (qHPV).

Per cosa è stato sviluppato il vaccino 9vHPV

Il vaccino 9vHPV è stato sviluppato per la protezione contro i tipi di HPV già coperti dal vaccino qHPV più i cinque tipi oncogeni di HPV, più comunemente associati con il cancro del collo dell’utero.

Nell’analisi combinata, gli eventi avversi più comuni associati con il vaccino 9vHPV erano localizzati:

  • al sito di iniezione (dolore, gonfiore, eritema);
  • sistemici (mal di testa, febbre).

In particolare gli effetti collaterali localizzati nel sito di iniezione sono risultati più comuni con il vaccino 9vHPV, rispetto al vaccino qHPV.

La maggior parte di questi eventi erano di grado lieve-moderato, e le interruzioni della profilassi o i gravi eventi avversi correlati al vaccino erano rari – 0,1% con il vaccino 9vHPV e <0,1% con il vaccino qHPV.

In conclusione

Gli autori promuovono a pieni voti il vaccino 9vHPV rimarcandone il profilo di sicurezza. Sottolineano inoltre che il vaccino 9vHPV potrebbe potenzialmente prevenire, circa il 90% dei tumori del collo dell’utero, e i tumori della vulva HPV-correlati, vaginali, anali e le verruche genitali in tutto il mondo.

(Pediatrics 2016 Edson Moreira Jr. et al.)

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!