NEW

La melatonina

I disturbi del sonno sono molto diffusi nei bambini e, senza un adeguato trattamento, possono diventare cronici e durare per molti anni. La definizione di insonnia è la difficoltà ripetuta di addormentarsi (più di 30 minuti a notte), sonno insufficiente (meno di 8...

Ginecomastia adolescenziale

Dovrebbe essere differenziato dalla pseudo ginecomastia (seno grasso) che è comunemente visto nei maschi obesi a causa della maggiore deposizione di grasso senza proliferazione ghiandolare. La ginecomastia adolescenziale può causare imbarazzo e disagio emotivo nei...

Gocce di Luteina

In diversi Centri Nascita è invalso l’uso di prescrivere a neonati a termine sani gocce a base di carotenoidi come luteina o il suo stereoisomero zeaxantina per la prevenzione di un supposto danno retinico. La ricerca in letteratura di studi che ne documentino...

L’ adolescenza e la bellezza costruita

È collocabile tra i 12-14 e i 18-20 anni, ed è caratterizzata da una serie di cambiamenti fisici e psicologici che possono rendere i ragazzi più fragili e confusi. È importante considerare che in questa fase di transizione lo sviluppo psicologico-emozionale avviene in...

Test della saliva per lo screening della malattia celiaca

  Nella mucosa dell’intestino tenue sono presenti lesioni caratteristiche: infiammazione e appiattimento dei villi con iperplasia delle cripte di Lieberkün (le strutture in cui gli enterociti, le cellule che rivestono il lume intestinale, vengono prodotte e...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Prevenzione del rischio di istruzione delle vie aeree nel bambino

A cura di Giorgio Pitzalis

ALIMENTI DURI O SECCHI


Carote:

tagliare nel senso della lunghezza e poi in pezzetti più piccoli. Evitare il taglio trasversale (a rondella).

Finocchio crudo, sedano:
eliminare i filamenti e tagliare in piccoli pezzi.


Noci

sminuzzare in piccoli pezzi.

 

 

Da evitare popcorn, caramelle dure, frutta candita.


ALIMENTI SOLIDI E SEMISOLIDI

Prevenzione del rischio di istruzione delle vie aeree nel bambinoGnocchi:
evitare l’abbinamento a formaggi che possono sciogliersi e creare “l’effetto colla”.

Pasta:
scegliere i formati più piccoli


ALIMENTI MOLLI O SCIVOLOSI

Prevenzione del rischio di istruzione delle vie aeree nel bambinoUva:
rimuovere i semi e tagliare gli acini nel senso della lunghezza.

Ciliegia:
rimuovere il nocciolo e tagliare in quattro parti.

Würstel:
Tagliare in quattro parto nel senso della lunghezza e poi in pezzettini più piccoli. Evitare il taglio trasversale (a rondella).

Arachidi e frutta a guscio:
Sminuzzare in piccoli frammenti.

Mozzarella:
Tagliare in piccoli pezzetti; evitare di aggiungerla come ingrediente a piatti caldi (quando fonde può inglobare altri componenti).

Pomodori e olive:
Tagliare in quattro parti (non a metà) ed eventualmente in pezzetti più piccoli.

Kiwi:
Tagliare il frutto nel senso della lunghezza e poi ricavarne pezzetti più piccoli (evitare il taglio a rondella).

Da evitare caramelle gelatinose e confetti.


ALIMENTI APPICCICOSI O COLLOSI

Carne o pezzi di formaggio:
tagliare in piccoli pezzetti

Prosciutto crudo:
rimuovere il grasso, evitare la fetta intera, che deve essere ridotta a piccoli pezzetti.

Burro, formaggi densi:
spalmare sul pane (evitare il cucchiaino).

Mela, pera:
Tagliare in pezzettini piccoli, grattugiare nel primo anno di vita.

Pesca, prugna, susina:
Rimosso il nocciolo tagliare in pezzetti piccoli, frullare o omogenizzare.

Uvetta e frutta secca (fichi, datteri, ecc…):
Tagliare in pezzetti piccoli.

Da evitare caramelle gommose, gomme da masticare, marshmallow

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!