NEW

Uova e colesterolo

Le malattie cardiovascolari (CVD) contribuiscono a oltre 17 milioni di decessi all'anno a livello globale, che rappresentano quasi la metà di tutti i decessi per malattie non trasmissibili. Le malattie cardiovascolari sono principalmente causate dall'aterosclerosi....

Il coronavirus e i bambini

Nel dicembre 2019, un gruppo di casi di polmonite, che in seguito furono dimostrati essere causati da un nuovo coronavirus (chiamato "2019-nCoV"), è emerso nella città di Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina. Al 30 gennaio 2020, 9692 casi confermati e 15.238 casi...

Dieta senza glutine

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine. Quindi la dieta senza glutine serve per eliminare le sostanze proteiche presenti nei cereali come il grano, l’orzo, la segale e il farro. Continua ad aumentare, seppur gradualmente, il numero di persone cui viene...

Le diete vegetariane

Le diete vegetariane sono in forte espansione e, sebbene queste diete siano state collegate ad alcuni benefici per la salute, la bassa biodisponibilità di alcuni micronutrienti negli alimenti vegetali può comportare il rischio di carenze nutrizionali, il che rende...

15-17 anni. Non lasciamoli soli.

Finalità del progetto adolescenti di Giustopeso Italia #nonlasciamolisoli Attivare una rete integrata di professionisti specializzati nella prevenzione e nel trattamento del disagio e dei comportamenti a rischio negli adolescenti ansia depressione dipendenze disturbi...

La dieta mediterranea e ADHD in bambini e adolescenti.

Sebbene il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) sia stato correlato a carenze di nutrienti e diete “malsane”, abbiamo ipotizzato che una scarsa aderenza ad una dieta mediterranea sarebbe positivamente associata ad un aumento della diagnosi di ADHD.

Metodi:

Un totale di 120 bambini e adolescenti (60 con ADHD di nuova diagnosi e 60 controlli) sono stati studiati in uno studio caso-controllo paragonabile per sesso ed età. Diagnosi di ADHD fatta da disturbi mentali, quarta edizione, revisione del testo. Sono stati misurati l’energia, l’apporto alimentare, l’aderenza a una dieta mediterranea e il background familiare.

La regressione logistica è stata utilizzata per determinare le associazioni tra aderenza alla dieta mediterranea e ADHD.

Risultati:

Una minore aderenza a una dieta mediterranea era associata alla diagnosi di ADHD (odds ratio: 7,07, intervallo di confidenza al 95%: 2,65-18,84, rischio relativo: 2,80, intervallo di confidenza al 95%: 1,54-5,25).

Entrambi sono rimasti significativi dopo l’adeguamento ai potenziali fattori di confusione. Una minore frequenza di consumo di frutta e verdura era associata alla diagnosi di ADHD (P <.05).

L’elevato consumo di zucchero, caramelle, bevande a base di cola e bibite analcoliche (P <.01) e il basso consumo di pesce grasso (P <.05) sono stati anche associati a una maggiore prevalenza di diagnosi di ADHD.

Conclusioni:

Queste associazioni trasversali, pur non stabilendo la causalità, sollevano un possibile effetto protettivo della dieta mediterranea nei confronti dello sviluppo di ADHD.

Ríos-Hernández A et al. Pediatrics 2017 febbraio; 139 (2).

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!