NEW

Sindrome da Alimentazione Notturna

La Sindrome da Alimentazione Notturna o night-eating syndrome (NES) è stata descritta per la prima volta da Albert Stunkard come un disturbo caratterizzato da “anoressia mattutina”, con tendenza a saltare la colazione, scarso appetito durante il giorno, aumento della...

Bere acqua dell’acquedotto

Chi sono i più grandi bevitori di acqua minerali al mondo? Ovviamente gli Italiani, con 221 litri a testa ogni anno. Il tutto pari a 15 miliardi di bottiglie inquinanti presenti nelle nostre case e intorno a noi. Quando riusciremo a comprendere che l’acqua che arriva...

L’ enuresi notturna nel bambino

News. Esiste una relazione tra l' enuresi notturna nel bambino e l'ipertrofia adenoidea. In questo studio abbiamo trovato che metà dei bambini con enuresi notturna presentava ipertrofia adeno-tonsillare e che era significativamente più alta rispetto al gruppo di...

Zuccheri. bere solo latte o acqua

Il consumo di zuccheri, delle bevande zuccherate o bevande che contengono addolcitori calorici aggiunti (ad esempio saccarosio, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, concentrati di succo di frutta) nei bambini e negli adolescenti europei, supera le attuali...

Meteorismo intestinale e flatulenza

È esperienza comune che le emozioni possono influenzale l’attività gastrointestinale, provocando sintomi come flatulenza, dolori addominali non importanti e variabili accompagnati da irregolarità dell’intestino. Sono sintomi estremamente comuni e possono corrispondere...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Il rigurgito del lattante

Cosa fare e pensare

Diagnosi:

Presenza in un lattante di età compresa tra 3 settimane e 12 mesi di 2 o più episodi di rigurgito al giorno per 3 o più settimane con assenza di conati di vomito, ematemesi, aspirazione, apnea, arresto di crescita, difficoltà ad ingoiare o a deglutire o posture anomale.

La prevalenza di allergia alle proteine del latte vaccino (APLV) nei lattanti con rigurgito è ancora controversa anche per una di difficile distinzione clinica tra queste due condizioni.

In assenza di segni di allarme (concomitante broncospasmo, ritardo di crescita, alvo diarroico e spiccata irrequietezza ed irritabilità) non è giustificato porre il sospetto di APLV.

Non ci sono evidenze di efficacia sulle diete di eliminazione della madre nutrice, anche nel lattante a rischio di atopia.

Le formule anti-rigurgito, con proteine intere o parzialmente idrolisate (pHF), non modificano l’indice di reflusso acido (IR).

Grazie al tranquillo profilo di sicurezza possono essere incluse tra le misure da suggerire per il sollievo dai sintomi, al fine di ridurre le ansie della famiglia.

Le formule estesamente idrolisate (eHF) non sono indicate nel rigurgito funzionale.

I cereali ed i prodotti addensanti possono comportare meteorismo e maggiore intake calorico.

Il loro utilizzo non è raccomandato.

Nel rigurgito funzionale non c’è indicazione alla terapia farmacologica, prima di tutto per la sostanziale benignità del disordine e per la mancanza di prove di efficacia e sicurezza dei farmaci più comunemente proposti.

Le prove di efficacia sull’alginato sono limitate nel lattante per cui se ne consiglia la prescrizione solo nel caso in cui il disordine comporti importante e persistente fastidio ed in caso di insuccesso delle raccomandazioni comportamentali e variazioni dietetiche.

I farmaci anti-H2 e gli inibitori di pompa protonica, questi ultimi off-label nei lattanti, non sono raccomandati in assenza di diagnosi di malattia da reglusso gastro-esofageo (MRGE).

Non è raccomandato il domperidone per la mancanza di evidenza di efficacia e per le segnalazioni di eventi avversi a carico del cuore.

Non sono dimostrate prove di efficacia della somministrazione di prebiotici, probiotici e sinbiotici (supplementi).

La prescrizione non è raccomandata.

Si raccomanda di mantenere il lattante in posizione supina per ridurre il rischio di SIDS. Si raccomanda di evitare il fumo passivo.

I rigurgiti si riducono fisiologicamente a 6-7 mesi e si risolvono, nel 90% dei lattanti al 12°-14° mese.

Atti XXVII Congresso Nazionale SIPPS. CONSENSUS 2015

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!