NEW

Basso livello di vitamina D3

Questo articolo è una prestampa e non è stato certificato da peer review. Che cos'è una prestampa non revisionata? Prima della pubblicazione formale in una rivista accademica, gli articoli scientifici e medici sono tradizionalmente certificati da "peer review". In...

Disturbi dell’alimentazione (DA): cosa c’è da sapere

Disturbi dell’alimentazione (DA). Queste patologie si manifestano prevalentemente tra i 12 e i 25 anni, ma negli ultimi tempi è emerso un preoccupante aumento delle fasce di età coinvolte: attualmente circa il 20% dei pazienti ha un'età compresa tra gli 8 e i 14 anni....

Considerazioni su bambini e Covid-19

Bambini e Covid-19. Su questo punto i dati sono ormai consolidati e coerenti tra i diversi studi effettuati, in Paesi diversi e da diversi gruppi di ricerca: i bambini si ammalano poco, molto poco; e quando lo fanno, le manifestazioni cliniche sono lievi. Le eccezioni...

Dieta mediterranea e artrosi

Questo perché i risultati di molti studi di base, clinici ed epidemiologici sono arrivati a considerarlo come un fattore protettivo contro lo sviluppo di processi multipli come malattie cardiovascolari, diversi tipi di cancro, malattie neurodegenerative e persino...

ALIMENTAZIONE E PSICHE

È indubbio che esiste un forte tra alimentazione e psiche. La famiglia, oltre a trasmettere i caratteri genetici, influenza inevitabilmente il comportamento alimentare e questo “imprinting” familiare risulta particolarmente importante in età prescolare. Nelle famiglie...

Gocce di Luteina

Prescritti ai neonati sani: perché?

In diversi Centri Nascita è invalso l’uso di prescrivere a neonati a termine sani gocce a base di carotenoidi come luteina o il suo stereoisomero zeaxantina per la prevenzione di un supposto danno retinico. La ricerca in letteratura di studi che ne documentino l’efficacia non dà risultati.

La luteina è un carotenoide con proprietà antinfiammatorie.

In generale, il consumo prolungato di luteina, attraverso la dieta o l’integrazione, può contribuire a ridurre l’onere di diverse malattie croniche.

Tuttavia, ci sono anche dati contrastanti sull’efficacia della luteina nell’indurre effetti favorevoli sulla salute umana e non ci sono dati univoci riguardanti il dosaggio più appropriato per l’integrazione quotidiana di luteina.

La luteina è naturalmente abbondante e disponibile in frutta, cereali e verdure ed è presente anche nel tuorlo d’uovo, dove la sua biodisponibilità è superiore rispetto a qualsiasi altro alimento.

Poiché l’assunzione di Luteina dipende dal consumo di vegetali, può variare in base alle abitudini alimentari, in un intervallo che è stato stimato da 0,67 mg / giorno a più di 20 mg / giorno.

Negli individui che consumano una dieta di tipo occidentale, l’assunzione giornaliera media di Luteina è stata stimata a 1,7 mg / die mentre nei paesi che consumano una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura è stato segnalato che si trova tra 1,07 e 2,9 mg / giorno, con ampia variabilità tra paesi.

In una popolazione coreana, l’assunzione media di Luteina era stimata a circa 3 mg / giorno.

È interessante notare che l’assunzione più alta di Luteina è stata segnalata nei paesi del Pacifico, dove gli individui consumano una dieta estremamente ricca di frutta e verdura, raggiungendo il picco di circa 25 mg / die nelle Isole Fiji.

Il latte materno è la principale fonte di luteina e di zeaxantina, dopo la nascita e fino allo svezzamento, quando inizia gradualmente a ridursi.

Sembra quindi importante che la madre assuma con la dieta quantità adeguate di luteina e zeaxantina, sotto forma di frutta e verdura. Pertanto, nei neonati sani e a termine dei Paesi sviluppati, non ci sono motivi per pensare a danni oculari da stress ossidativo.

In conclusione una dieta con almeno 5 porzioni (pari a 5 pugni) al giorno di frutta e di verdure è prudente ed è probabile che sia sufficiente per fornire una dose ottimale di carotenoidi.

Riflettiamo:
Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integratori di cui non abbiamo prove di efficacia, meglio spendere quei soldi in attività fisica e prevenzione.

Tratto da The Effect of Lutein on Eye and Extra-Eye Health Buscemi S. et al. Nutrients.2018 Sep;10(9):1321

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!