NEW

Sindrome da Alimentazione Notturna

La Sindrome da Alimentazione Notturna o night-eating syndrome (NES) è stata descritta per la prima volta da Albert Stunkard come un disturbo caratterizzato da “anoressia mattutina”, con tendenza a saltare la colazione, scarso appetito durante il giorno, aumento della...

Bere acqua dell’acquedotto

Chi sono i più grandi bevitori di acqua minerali al mondo? Ovviamente gli Italiani, con 221 litri a testa ogni anno. Il tutto pari a 15 miliardi di bottiglie inquinanti presenti nelle nostre case e intorno a noi. Quando riusciremo a comprendere che l’acqua che arriva...

L’ enuresi notturna nel bambino

News. Esiste una relazione tra l' enuresi notturna nel bambino e l'ipertrofia adenoidea. In questo studio abbiamo trovato che metà dei bambini con enuresi notturna presentava ipertrofia adeno-tonsillare e che era significativamente più alta rispetto al gruppo di...

Zuccheri. bere solo latte o acqua

Il consumo di zuccheri, delle bevande zuccherate o bevande che contengono addolcitori calorici aggiunti (ad esempio saccarosio, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, concentrati di succo di frutta) nei bambini e negli adolescenti europei, supera le attuali...

Meteorismo intestinale e flatulenza

È esperienza comune che le emozioni possono influenzale l’attività gastrointestinale, provocando sintomi come flatulenza, dolori addominali non importanti e variabili accompagnati da irregolarità dell’intestino. Sono sintomi estremamente comuni e possono corrispondere...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Gocce di Luteina

Prescritti ai neonati sani: perché?

In diversi Centri Nascita è invalso l’uso di prescrivere a neonati a termine sani gocce a base di carotenoidi come luteina o il suo stereoisomero zeaxantina per la prevenzione di un supposto danno retinico. La ricerca in letteratura di studi che ne documentino l’efficacia non dà risultati.

La luteina è un carotenoide con proprietà antinfiammatorie.

In generale, il consumo prolungato di luteina, attraverso la dieta o l’integrazione, può contribuire a ridurre l’onere di diverse malattie croniche.

Tuttavia, ci sono anche dati contrastanti sull’efficacia della luteina nell’indurre effetti favorevoli sulla salute umana e non ci sono dati univoci riguardanti il dosaggio più appropriato per l’integrazione quotidiana di luteina.

La luteina è naturalmente abbondante e disponibile in frutta, cereali e verdure ed è presente anche nel tuorlo d’uovo, dove la sua biodisponibilità è superiore rispetto a qualsiasi altro alimento.

Poiché l’assunzione di Luteina dipende dal consumo di vegetali, può variare in base alle abitudini alimentari, in un intervallo che è stato stimato da 0,67 mg / giorno a più di 20 mg / giorno.

Negli individui che consumano una dieta di tipo occidentale, l’assunzione giornaliera media di Luteina è stata stimata a 1,7 mg / die mentre nei paesi che consumano una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura è stato segnalato che si trova tra 1,07 e 2,9 mg / giorno, con ampia variabilità tra paesi.

In una popolazione coreana, l’assunzione media di Luteina era stimata a circa 3 mg / giorno.

È interessante notare che l’assunzione più alta di Luteina è stata segnalata nei paesi del Pacifico, dove gli individui consumano una dieta estremamente ricca di frutta e verdura, raggiungendo il picco di circa 25 mg / die nelle Isole Fiji.

Il latte materno è la principale fonte di luteina e di zeaxantina, dopo la nascita e fino allo svezzamento, quando inizia gradualmente a ridursi.

Sembra quindi importante che la madre assuma con la dieta quantità adeguate di luteina e zeaxantina, sotto forma di frutta e verdura. Pertanto, nei neonati sani e a termine dei Paesi sviluppati, non ci sono motivi per pensare a danni oculari da stress ossidativo.

In conclusione una dieta con almeno 5 porzioni (pari a 5 pugni) al giorno di frutta e di verdure è prudente ed è probabile che sia sufficiente per fornire una dose ottimale di carotenoidi.

Riflettiamo:
Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integratori di cui non abbiamo prove di efficacia, meglio spendere quei soldi in attività fisica e prevenzione.

Tratto da The Effect of Lutein on Eye and Extra-Eye Health Buscemi S. et al. Nutrients.2018 Sep;10(9):1321

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!