NEW

Basso livello di vitamina D3

Questo articolo è una prestampa e non è stato certificato da peer review. Che cos'è una prestampa non revisionata? Prima della pubblicazione formale in una rivista accademica, gli articoli scientifici e medici sono tradizionalmente certificati da "peer review". In...

Disturbi dell’alimentazione (DA): cosa c’è da sapere

Disturbi dell’alimentazione (DA). Queste patologie si manifestano prevalentemente tra i 12 e i 25 anni, ma negli ultimi tempi è emerso un preoccupante aumento delle fasce di età coinvolte: attualmente circa il 20% dei pazienti ha un'età compresa tra gli 8 e i 14 anni....

Considerazioni su bambini e Covid-19

Bambini e Covid-19. Su questo punto i dati sono ormai consolidati e coerenti tra i diversi studi effettuati, in Paesi diversi e da diversi gruppi di ricerca: i bambini si ammalano poco, molto poco; e quando lo fanno, le manifestazioni cliniche sono lievi. Le eccezioni...

Dieta mediterranea e artrosi

Questo perché i risultati di molti studi di base, clinici ed epidemiologici sono arrivati a considerarlo come un fattore protettivo contro lo sviluppo di processi multipli come malattie cardiovascolari, diversi tipi di cancro, malattie neurodegenerative e persino...

ALIMENTAZIONE E PSICHE

È indubbio che esiste un forte tra alimentazione e psiche. La famiglia, oltre a trasmettere i caratteri genetici, influenza inevitabilmente il comportamento alimentare e questo “imprinting” familiare risulta particolarmente importante in età prescolare. Nelle famiglie...

Efficacia del Lactobacillus rhamnosus GG

Nel trattamento della diarrea pediatrica acuta: una revisione sistematica con meta-analisi.

L’Organizzazione mondiale della sanità e il Fondo internazionale per le emergenze dei bambini delle Nazioni Unite definiscono la diarrea come più di tre feci molli o acquose durante un periodo di 24 ore.

Una durata di 14 giorni è il criterio proposto per distinguere la diarrea acuta dalla diarrea persistente.

La diarrea è una delle principali cause infettive di morbilità e mortalità infantile in tutto il mondo, specialmente nei paesi in via di sviluppo.

Come seconda causa di morte più comune tra i bambini di età inferiore ai 5 anni, la frequenza della diarrea acuta in un anno è di circa 2-3 episodi per bambino.

Gli obiettivi del trattamento sono la prevenzione o la risoluzione della disidratazione e la riduzione della durata della diarrea e del periodo infettivo.

Reidratazione orale, inibitori della motilità intestinale e antibiotici sono usati per trattare la gastroenterite acuta. La reidratazione orale contribuisce a ridurre la probabilità di disidratazione ma non ha effetti apprezzabili sui movimenti intestinali o la durata della diarrea.

Gli antibiotici devono essere considerati se vengono rilevati batteri patogeni. Smectite e zinco rimangono sottoutilizzati come terapie adiuvanti.

Gli integratori di probiotici hanno guadagnato una notevole popolarità nel mercato globale e si prevede che genereranno entrate per 64 miliardi di dollari negli Stati Uniti entro il 2023 (Schnadower D et al. N Engl J Med 2018; 379: 2002-2014).

I probiotici hanno benefici per la salute degli ospiti e sono stati valutati nel trattamento della diarrea attraverso molteplici meccanismi.

I probiotici modulano la risposta immunitaria dell’ospite. Inoltre, i metaboliti batterici del colon come gli acidi grassi a catena corta aumentano l’assorbimento di sodio e del fluido del colon attraverso un meccanismo ciclico indipendente dall’adenosina.

Gli studi pertinenti pubblicati prima dell’aprile 2019 sono stati recuperati dalle banche dati EMBASE, MEDLINE, PubMed, Web of Science e dal registro centrale delle prove controllate Cochrane (CENTRAL, la biblioteca Cochrane).

Sono stati identificati 349 studi potenzialmente rilevanti.

Di questi 19 studi controllati randomizzati (RCT) soddisfacevano i criteri di inclusione e mostravano che rispetto al gruppo di controllo,

  • la somministrazione di LGG riduce notevolmente la durata della diarrea .
  • Risultati più efficaci sono stati rilevati a una dose elevata ≥ 10 10 CFU al giorno vs una dose più bassa. Una riduzione simile è stata riscontrata in pazienti asiatici ed europei .
  • Una durata ridotta della diarrea è stata confermata nei partecipanti alla LGG con diarrea per meno di 3 giorni all’arruolamento .
  • LGG ad alte dosi ha efficacemente ridotto la durata della diarrea indotta da rotavirus e il numero di feci al giorno .
  • Le prove degli RCT hanno confermato l’effetto benefico del LGG sulla diarrea indotta da rotavirus.

Oltre alle interferenze con la replicazione virale, gli studi più recenti hanno dimostrato che LGG ha prevenuto lesioni all’epitelio e migliorata la diarrea indotta da rotavirus modulando le cellule immunitarie, come le cellule dendritiche e le citochine infiammatorie.

La marcata differenza statistica nella durata della diarrea con un dosaggio più elevato di probiotici riflette una maggiore efficacia, che ha confermato la dipendenza dalla dose di attivazione delle cellule dendritiche. L’efficacia del trattamento era correlata alla dose di LGG.

Prevenire o correggere la disidratazione attraverso il trattamento con zinco o soluzione salina allo 0,9% è l’approccio principale utilizzato per la gestione della diarrea.

Tuttavia, durante gli episodi di diarrea, i sintomi infettivi non sono completamente alleviati e il microbiota intestinale non viene ripristinato mediante misure di reidratazione.

I probiotici sono stati studiati come agenti terapeutici per la diarrea.

  • I probiotici prevengono l’interruzione dell’integrità della barriera intestinale e stimolano l’espressione dell’adesione giunzionale e delle molecole a giunzione stretta.
  • Producono acidi grassi a catena corta e inducono la produzione di IgA per resistere alle infezioni.
  • Nelle cellule epiteliali e nella mucina, i probiotici competono per i siti di legame per arrestare la colonizzazione dei patogeni.
  • I probiotici possono interferire in modo specifico e non specifico con il ciclo virale, impedendo così la progressione della diarrea indotta da rotavirus.

In sintesi, LGG riduce la durata della diarrea, in particolare nei pazienti con diarrea positiva al rotavirus quando riceva un dosaggio non inferiore a 10 10 CFU al giorno e nei pazienti trattati nella fase iniziale.

Inoltre, studi condotti in Asia e in Europa hanno mostrato una maggiore efficacia del trattamento. L’effetto terapeutico della supplementazione di LGG sul numero di feci al giorno e la durata della degenza in ospedale associati alla diarrea indotta da rotavirus è elevato.

Suggerimento chiave:

l’efficacia del trattamento di Lactobacillus rhamnosus GG (LGG) per la diarrea acuta nei bambini è stata valutata nel presente studio.

È stato confermato che LGG riduce efficacemente la durata della diarrea e il numero di feci al giorno. La LGG si è rivelata particolarmente efficace nei pazienti trattati con una dose> 10 10 CFU / die, in quelli trattati in una fase precoce della malattia e in quelli con diagnosi di diarrea positiva al rotavirus.

(Tratto da Efficacy of Lactobacillus rhamnosus GG in treatment of acute pediatric diarrhea: A systematic review with meta-analysis. Ya-Ting Li et al. World J Gastroenterol. Sep 7, 2019; 25(33): 4999-5016)

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!