NEW

La melatonina

I disturbi del sonno sono molto diffusi nei bambini e, senza un adeguato trattamento, possono diventare cronici e durare per molti anni. La definizione di insonnia è la difficoltà ripetuta di addormentarsi (più di 30 minuti a notte), sonno insufficiente (meno di 8...

Ginecomastia adolescenziale

Dovrebbe essere differenziato dalla pseudo ginecomastia (seno grasso) che è comunemente visto nei maschi obesi a causa della maggiore deposizione di grasso senza proliferazione ghiandolare. La ginecomastia adolescenziale può causare imbarazzo e disagio emotivo nei...

Gocce di Luteina

In diversi Centri Nascita è invalso l’uso di prescrivere a neonati a termine sani gocce a base di carotenoidi come luteina o il suo stereoisomero zeaxantina per la prevenzione di un supposto danno retinico. La ricerca in letteratura di studi che ne documentino...

L’ adolescenza e la bellezza costruita

È collocabile tra i 12-14 e i 18-20 anni, ed è caratterizzata da una serie di cambiamenti fisici e psicologici che possono rendere i ragazzi più fragili e confusi. È importante considerare che in questa fase di transizione lo sviluppo psicologico-emozionale avviene in...

Test della saliva per lo screening della malattia celiaca

  Nella mucosa dell’intestino tenue sono presenti lesioni caratteristiche: infiammazione e appiattimento dei villi con iperplasia delle cripte di Lieberkün (le strutture in cui gli enterociti, le cellule che rivestono il lume intestinale, vengono prodotte e...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Carne rossa e diabete: una relazione pericolosa per l’infanzia

Tra i fattori di rischio “ambientali” modificabili che sono stati messi in relazione con l’aumento d’incidenza del diabete di tipo I, l’alimentazione gioca ovviamente un ruolo di primo piano.

La correlazione tra malattia e fattori nutrizionali

Per evidenziare le correlazioni tra malattia e fattori nutrizionali durante la gestazione e nelle prime fasi della vita, un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Oncologia e patologia molecolare dell’Università di Cagliari ha compiuto uno studio.

Questo studio retrospettivo caso-controllo è stato condotto su 298 bambini da 0 a 15 anni di età, 145 dei quali affetto da diabete di tipo I analizzando il comportamento alimentare dei bambini, e delle loro madri durante la gravidanza.

Muntoni e collaboratori hanno osservato un’associazione dose-risposta statisticamente significativa tra diabete e consumo di carne. Non è stato possibile individuare alcuna correlazione ugualmente significativa con altri alimenti.

Sebbene i risultati debbano essere confermati da studi prospettici più ampi, sembra dunque che un elevato consumo di carne sia da parte dei bambini nei primi anni di vita, sia da parte delle madri durante la gravidanza, rappresenti un importante cofattore per lo sviluppo di diabete di tipo I dei bambini stessi.

High meat consumption is associated with type 1 diabetes mellitus in a Sardinian case-control study
Muntoni S, Mereu R, Atzori L et al.
Acta Diabetol. 2012 Mar 4.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!