NEW

Colazione del mattino? Si, grazie!

Pedagogicamente parlando, la colazione del mattino, è una grande opportunità che si basa su diversi fattori importanti, in primo luogo per dare l'esempio. Un genitore che mangia bene - in altre parole, che evita gli spuntini tra i pasti, chi mette molta frutta e...

Le vitamine come nutrienti

Anche i micro-costituenti della dieta, quali le vitamine, la cui scarsa introduzione fino a qualche decennio fa era causa di deficit o addirittura di vere e proprie sindromi carenziali, hanno risentito favorevolmente del cambiamento delle abitudini alimentari da...

Dieta mediterranea e ipertensione arteriosa.

Uno stile di vita sano è una strategia fondamentale per ridurre l'ipertensione arteriosa e la dieta è l'elemento mutevole con l'effetto più forte sulla pressione arteriosa (BP). È dimostrato che il modello della dieta mediterranea (MedDiet) può migliorare la funzione...

Latte, tra siero e lattosio

Si spiega così perché non siamo ancora completamente adattati dal punto di vista genetico, tanto che si stima che circa il 50% della popolazione italiana sia intollerante al lattosio, lo zucchero principale del latte. Queste persone mostrano una carenza dell’enzima...

Malattie nasali e sinusali

La questione medica delle malattie nasali e sinusali comporta sempre più spesso l'uso di farmaci locali, che offrono la capacità di fornire alte concentrazioni evitando fastidiosi effetti sistemici. Dato il ruolo cruciale che le terapie topiche giocano in molte...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Allattamento al seno: come allattare.

Nella posizione classica la madre deve stare seduta comodamente, su una sedia bassa o con i piedi poggiati su uno sgabello. Ciò per fare in modo che le ginocchia rimangano sollevate, affinché le gambe sostengano il bambino.

La madre non deve abbassare il busto sopra il bambino, ma viceversa è il bambino che deve essere portato al seno.

È importante che la madre e il bambino siano nella posizione detta ventre contro ventre.
Ovvero che non sia il fianco del bambino orientato verso la madre, ma il torace e il ventre.

Il bambino sarà orizzontale, con il naso davanti al capezzolo e le ginocchia all’altezza dell’altra mammella, sostenuto da una o entrambe le braccia della madre.

L’orecchio, la spalla e l’anca del neonato saranno allineati.

Il neonato è attaccato correttamente quando:

  • la sua bocca è ben aperta ed il labbro inferiore è incurvato in fuori;
  • è più visibile l’areola al di sopra del labbro superiore rispetto al labbro inferiore (i dotti galattofori sono spremuti dal movimento della lingua);
  • il mento del neonato tocca il seno;
  • sono visibili lente e profonde suzioni;
  • il lattante deglutisce e non vi sono rumori o segnali di una suzione a vuoto;
  • la mamma non avverte dolore.

I vantaggi dell’allattamento materno sono sia fisici che psicologici

Il bambino assume attraverso il latte materno nutrienti e anticorpi.

Inoltre il legame affettivo fra madre e bambino viene rafforzato grazie all’allattamento materno.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!