NEW

Sport ed attività fisica dei bambini

La fase di crescita è quella in cui gli esseri umani sperimentano la più grande vulnerabilità bio-psico-sociale. Il pediatra ha uno dei compiti principali in medicina: garantire che il bambino raggiunga il suo pieno potenziale di crescita geneticamente determinata....

Covid-19. Una pandemia senza precedenti.

In tutto il mondo, gli epidemiologi stanno costruendo proiezioni a breve e lungo termine per prepararsi e potenzialmente “prevedere” la diffusione e l'impatto della SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19. Sebbene le loro previsioni e tempistiche variano, i modellisti...

Sapori della psicologia

Il bisogno di nutrirsi, invece, eccede l’esigenza primitiva di sazietà e necessita di ingredienti emotivi, relazionali, mentali e comportamentali. Sin dalle prime fasi di vita il cibo evoca sensazioni viscerali, contribuisce a definire l’identità, perché parla della...

Le castagne

Le castagne sono un frutto tipico della stagione autunnale. In generale il frutto del castagno viene consumato cotto nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, oppure impiegato per la preparazione di marmellate o dei marron glacé. Le varietà di castagne presenti in...

Covid-19. La lattoferrina è una barriera protettiva?

Lattoferrina. Una barriera protettiva. Recentemente, il mondo ha dovuto affrontare una devastante infezione da coronavirus pandemica globale, con oltre 45 milioni di infetti in tutto il mondo e oltre 1,18 milioni di decessi al 30 ottobre 2020, correlata a un nuovo...

Le cipolle

Giustopeso ti consiglia le cipolle gratinate e la frittata di cipolle!

Le cipolle, questo bulbo aromatico contiene poche calorie (40 kcal/100 grammi) ma tante proprietà, oltre che oligoelementi, vitamine ed enzimi.

Ci sono almeno 20 varietà di cipolle disponibili:

  • rossa di Tropea
  • di Giarratana
  • di Banari
  • di Barletta
  • dorata di Parma
  • rossa di acquaviva delle fonti e tante altre, tutte buonissime.

La cipolla è un prodotto di origine vegetale inquadrabile nel gruppo degli ortaggi.

Contiene livelli poco interessanti di vitamina C, carotenoidi e fibra ma contiene molta acqua e presenta una discreta quantità di zuccheri. Il colesterolo è assente.

Le cipolle possono avere delle controindicazioni?

Diciamo di si. il suo utilizzo dovrebbe essere contenuto in presenza di meteorismo, flatulenza, epigastralgia, ernia iatale, colon irritabile, emorroidi.

Le cipolle possono causare dermatite da contatto e quindi prurito intenso fino ad avere difficoltà respiratorie.

Per questo, meglio cuocere le cipolle perché la temperatura elevata denatura le sue proteine. L’irritazione degli occhi può essere evitata tagliando le cipolle immerse nell’acqua, in un contenitore, o sotto il rubinetto.

Digeribilità ed alitosi.

La cipolla è una verdura discretamente ipocalorica, adatta anche in un regime ipocalorico e quindi in presenza di sovrappeso.

Si tratta di una verdura che transita rapidamente nello stomaco e nell’intestino.

Alcuni sistemi utili a moderare l’effetto “alitosico” della cipolla sono l’eliminazione della così detta anima, ovvero il germoglio interno (soprattutto se già verdognolo), e l’ammollo della cipolla già tagliata nel latte.

Queste caratteristiche sono legate ai composti solforati, il più importante dei quali è il disolfuro di allilpropile, un tioetere che si ritrova nell’ aroma, oltre che di cipolla, erba cipollina, scalogno, anche nell’aglio.

In questo alimento troviamo anche flavonoidi ad azione diuretica. Ha anche un’azione vermifuga, normolipidemizzante ad antiossidante.

Come fare le cipolle gratinate. Per questo tipo di ricetta meglio usare le cipolle di Giarratana.

Ingredienti per 4 persone

  • 4-5 cipolle bianche piatte
  • 150 g di pangrattato
  • q.b. di olio EVO
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 1 cucchiaio d’aceto bianco
  • 1 cucchiaio di origano
  • 1 cucchiaio di prezzemolo

Sbucciamo e puliamo le cipolle.

Mettiamole poi in un contenitore di vetro con acqua fredda ed 1 cucchiaio di aceto.

Per ridurre i tempi di cottura in forno, possiamo anche sbollentare le cipolle intere in abbondante acqua salata per circa 10 minuti.

Tritiamo il prezzemolo e mettiamolo in una ciotolina unitamente al pangrattato.

Prendiamo una teglia da forno, irroriamola con un poco EVO e trasferiamo le cipolle tagliate a spicchi al suo interno.

Spolverizziamole con un poco sale e con un pizzico di pepe nero. Ricopriamole con un’abbondante manciata del composto con il pangrattato e, infine, completiamo con un giro d’EVO.

Cuociamo le cipolle gratinate in forno preriscaldato a 180° C per circa 50-60 minuti. Una volta cotte aggiungiamo l’origano.

Vogliamo strafare? Ecco la frittata di cipolle. Di solito meglio scegliere le cipolle bianche ma nulla è scontato in cucina!

Tra le cipolle bianche più conosciute troviamo ancora la siciliana Giarratana e la piatta e famosa Bianca di Maggio, quella di Barletta, quella di Chioggia e la borrettana.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cipolla grande bianca
  • 7 uova fresche
  • 1 bicchiere di acqua
  • ½ bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di EVO
  • Sale q.b.
  • 2 cucchiai di parmigiano.

Puliamo e tagliamo la cipolla in fettine sottilissime e mettiamole in una padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio ed 1 bicchiere di acqua, coperta e a fuoco basso.

A parte in una ciotola apriamo le uova intere con ½ bicchiere di latte, il parmigiano, il sale e sbattiamole fino a farle diventare spumose.

Quando l’acqua delle cipolle sarà assorbita e le stesse appariranno appassite, uniamo le uova e lavoriamo la frittata cuocendola da entrambi i lati.

Ricordiamo che la frittata di cipolle era il piatto preferito di Fantozzi. 😂

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!