NEW

Sensibilità al glutine non celiaca

Mentre la celiachia e l'allergia al grano sono disturbi ben noti con una diagnosi chiara basata su test clinici e parametri biologici, la sensibilità al glutine non celiaca (NCGS) è una diagnosi più difficile, specialmente nei bambini con disturbi gastrointestinali...

Food delivery

Food delivery. Parliamoci chiaro. La cucina è ancora il centro della casa, legata alla famiglia e agli affetti, il luogo in cui si preparano i cibi, in cui ci si ritrova per mangiare e non solo? E ancora, dove sta andando la cucina italiana? Parliamone qui visto che...

Pediatra? Allora visita così. Ti conviene

Pediatra? Allora visita così. Ti conviene. In questo studio di coorte su 6280 famiglie con casi pediatrici, le probabilità aggiustate di trasmissione familiare da parte di bambini di età compresa tra 0 e 3 anni erano 1,43 rispetto ai bambini di età compresa tra 14 e...

Covid-19 e malattie respiratorie croniche diverse dall’asma nei bambini: quale rapporto?

Covid-19 e malattie respiratorie croniche diverse dall'asma nei bambini. Durante l'infanzia, l'infezione da SARS-CoV-2 sembra essere meno comune, e la malattia è generalmente più mite. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che, anche quando si presenta con sintomi...

Covid-19. Effetto dell’obesità sul sistema immunitario

Obesità e Covid-19. L'obesità può essere associata a una perdita della competenza immunitaria, con menomazioni dell'attività dei linfociti T helper, linfociti T citotossici, linfociti B e cellule natural killer, e ridotta produzione di anticorpi e IFN-γ. Ciò significa...
vinci-partners

La tosse psicogena nel bambino

La tosse psicogena è una tosse cronica, tipicamente secca.

La tosse psicogena, si caratterizza per il timbro metallico e per gli accessi, che si presentano solo quando il bambino è sveglio e che per lo più si evocano in presenza dei genitori, degli insegnanti o di operatori sanitari.

Non ha eziologia organica ma si manifesta spesso dopo un banale episodio infettivo delle alte vie respiratorie.

Si presenta prevalentemente in età scolare o pre-adolescenziale (6-14 anni), per lo più in occasione di situazioni stressanti (paura della scuola e/o l’elevata conflittualità fra i genitori).

Il bambino non si cura della tosse. Ha invece bisogno di attenzioni.

I genitori sono molto coinvolti e controllanti; spesso c’è elevata conflittualità in famiglia; nella storia familiare si possono ritrovare un membro con tosse cronica; frequentemente il bambino con tosse psicogena è il più piccolo dei fratelli.

La tosse psicogena è caratteristica.

È sempre uguale a se stessa e nello stesso bambino; si può riconoscere addirittura prima di vedere il bambino, con un timbro abbaiante o metallico (barking, honking), di gola (come se il bambino “raschiasse la gola”), non schiarisce la voce, non c’è espettorazione, si accentua nei momenti di tensione e si riduce quando il bambino è distratto e, tipicamente, scompare con l’addormentamento.

Per la diagnosi differenziale è importante escludere la tosse cronica presente come uno dei sintomi associati ad altri disturbi comportamentali (sindrome di Tourette, tic, tic cronici motori o tic cronici vocali).

Le probabilità di guarigione di un bambino con tosse psicogena sono eccellenti: una rapida remissione del sintomo è già possibile con un intervento informativo/educativo rivolto sia al paziente perché acquisisca una capacità di controllo della tosse – sia ai genitori, affinchè si rassicurino.

(da “La tosse cronica in età pediatrica” DOCUMENTO INTERSOCIETARIO (SIAIP- SIMRI-SIPO-SIPPS. 2015)

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!