NEW

Sensibilità al glutine non celiaca

Mentre la celiachia e l'allergia al grano sono disturbi ben noti con una diagnosi chiara basata su test clinici e parametri biologici, la sensibilità al glutine non celiaca (NCGS) è una diagnosi più difficile, specialmente nei bambini con disturbi gastrointestinali...

Food delivery

Food delivery. Parliamoci chiaro. La cucina è ancora il centro della casa, legata alla famiglia e agli affetti, il luogo in cui si preparano i cibi, in cui ci si ritrova per mangiare e non solo? E ancora, dove sta andando la cucina italiana? Parliamone qui visto che...

Pediatra? Allora visita così. Ti conviene

Pediatra? Allora visita così. Ti conviene. In questo studio di coorte su 6280 famiglie con casi pediatrici, le probabilità aggiustate di trasmissione familiare da parte di bambini di età compresa tra 0 e 3 anni erano 1,43 rispetto ai bambini di età compresa tra 14 e...

Covid-19 e malattie respiratorie croniche diverse dall’asma nei bambini: quale rapporto?

Covid-19 e malattie respiratorie croniche diverse dall'asma nei bambini. Durante l'infanzia, l'infezione da SARS-CoV-2 sembra essere meno comune, e la malattia è generalmente più mite. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che, anche quando si presenta con sintomi...

Covid-19. Effetto dell’obesità sul sistema immunitario

Obesità e Covid-19. L'obesità può essere associata a una perdita della competenza immunitaria, con menomazioni dell'attività dei linfociti T helper, linfociti T citotossici, linfociti B e cellule natural killer, e ridotta produzione di anticorpi e IFN-γ. Ciò significa...
vinci-partners

La dieta mediterranea e ADHD in bambini e adolescenti.

Sebbene il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) sia stato correlato a carenze di nutrienti e diete “malsane”, abbiamo ipotizzato che una scarsa aderenza ad una dieta mediterranea sarebbe positivamente associata ad un aumento della diagnosi di ADHD.

Metodi:

Un totale di 120 bambini e adolescenti (60 con ADHD di nuova diagnosi e 60 controlli) sono stati studiati in uno studio caso-controllo paragonabile per sesso ed età. Diagnosi di ADHD fatta da disturbi mentali, quarta edizione, revisione del testo. Sono stati misurati l’energia, l’apporto alimentare, l’aderenza a una dieta mediterranea e il background familiare.

La regressione logistica è stata utilizzata per determinare le associazioni tra aderenza alla dieta mediterranea e ADHD.

Risultati:

Una minore aderenza a una dieta mediterranea era associata alla diagnosi di ADHD (odds ratio: 7,07, intervallo di confidenza al 95%: 2,65-18,84, rischio relativo: 2,80, intervallo di confidenza al 95%: 1,54-5,25).

Entrambi sono rimasti significativi dopo l’adeguamento ai potenziali fattori di confusione. Una minore frequenza di consumo di frutta e verdura era associata alla diagnosi di ADHD (P <.05).

L’elevato consumo di zucchero, caramelle, bevande a base di cola e bibite analcoliche (P <.01) e il basso consumo di pesce grasso (P <.05) sono stati anche associati a una maggiore prevalenza di diagnosi di ADHD.

Conclusioni:

Queste associazioni trasversali, pur non stabilendo la causalità, sollevano un possibile effetto protettivo della dieta mediterranea nei confronti dello sviluppo di ADHD.

Ríos-Hernández A et al. Pediatrics 2017 febbraio; 139 (2).

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!