NEW

Celiachia

La Celiachia: Deriva da una risposta immunitaria inappropriata mediata da cellule T al glutine ingerito che causa danni immuno-mediati all'intestino tenue in persone geneticamente predisposte. Il danno alla mucosa prossimale dell'intestino tenue porta al...

L’ostruzione nasale

L'ostruzione nasale (NO) è definita come la percezione soggettiva di disagio o difficoltà nel passaggio dell'aria attraverso le narici. È un motivo comune per la consultazione nelle cure primarie e specialistiche e può interessare fino al 30% - 40% della popolazione....

Iperattività dei bambini

Iperattività dei bambini. Gli estratti di radice di valeriana e melissa hanno dimostrato in precedenza efficacia e ottima tollerabilità nei bambini al di sotto dei 12 anni che soffrono di irrequietezza e insonnia. Abbiamo ora esaminato se il trattamento con una...

Diagnosi della sensibilità al glutine non celiaca (NCGS).

Diagnosi della sensibilità al glutine non celiaca (NCGS). Data la mancanza di un biomarcatore per la diagnosi di NCGS, c'è la necessità di standardizzare la procedura che porta alla conferma della diagnosi. Sebbene l'NCGS sia attivato dai cereali contenenti glutine,...

Qualità del sonno nell’obesità

Qualità del sonno nell'obesità. I disturbi del sonno (SD) sono un riscontro comune nell'obesità. L'apnea ostruttiva del sonno (OSA) è il tipo più diffuso di disturbo del sonno correlato all'obesità, che a sua volta rappresenta un fattore di rischio per diverse...

Iperattività dei bambini

Iperattività, difficoltà di concentrazione e impulsività dei bambini. L’impiego di melissa e valeriana.

Iperattività dei bambini. Gli estratti di radice di valeriana e melissa hanno dimostrato in precedenza efficacia e ottima tollerabilità nei bambini al di sotto dei 12 anni che soffrono di irrequietezza e insonnia.

Abbiamo ora esaminato se il trattamento con una combinazione fissa di entrambi possa anche migliorare la concentrazione, l’iperattività e l’impulsività.

Metodi

169 bambini della scuola primaria che soffrivano di iperattività e difficoltà di concentrazione ma non soddisfacevano i criteri ADHD sono stati trattati in uno studio osservazionale di 27 pediatri ambulatoriali con una dose giornaliera raccomandata di 640 mg di estratto di radice di valeriana WS ® 1014 e 320 mg di estratto di melissa WS ® 1303 ( Sandrin ® ) e valutati da pediatri e genitori utilizzando questionari standardizzati al basale, settimane 2 e 7.

Risultati

Iperattività dei bambini. La frazione di bambini con sintomi forti / molto forti di scarsa capacità di concentrazione è diminuita dal 75% al 14%, iperattività dal 61% al 13% e impulsività dal 59% al 22%. Il comportamento sociale valutato dai genitori, il sonno e il carico dei sintomi hanno mostrato miglioramenti molto significativi.

I deficit di attenzione, l’iperattività e l’impulsività nei bambini causano problemi nelle famiglie, nella scuola e in altre relazioni sociali.

In numero maggiore i bambini che soffrono di singoli sintomi o combinazioni di sintomi di intensità più lieve o fluttuante che non soddisfano i criteri per la diagnosi di ADHD secondo DSM-IV o ICD-10.

Di conseguenza, i farmaci da prescrizione non sono indicati, ma i genitori soffrono così tanto di questo peso che chiedono assistenza medica.

Inoltre, l’ADHD giovanile borderline è un fattore di rischio per disturbi da dipendenza e interazioni sociali compromesse negli adulti.

I medicinali a base di erbe sono spesso somministrati ai bambini perché sono ottimamente tollerati e ben accettati dai genitori.

È stato dimostrato che la valeriana (Valeriana officinalis L.) migliora i disturbi del sonno negli adulti e nei bambini.

La melissa (Melissa officinalis L.) favorisce il rilassamento e aiuta a prendere sonno, inoltre migliora l’attenzione nei giovani adulti.

Una combinazione di estratti di valeriana e melissa ha migliorato i disturbi del sonno in misura simile alle benzodiazepine ma senza avere i loro effetti collaterali sedativi.

Iperattività dei bambini. Nel presente studio si è voluto valutare gli effetti di una preparazione ad alto dosaggio contenente valeriana e melissa su un’ampia gamma di sintomi e situazioni di vita quotidiana di bambini con deficit di iperattività, attenzione e concentrazione, ma che non soddisfano i criteri per la diagnosi di ADHD in un ambiente pediatrico di routine in ambulatorio.

Nel 96% di tutti i casi i pediatri curanti hanno somministrato la dose raccomandata. La compliance è stata valutata “molto buona” o “buona” dai pediatri nel 74,9% dei casi, come “scarsa” o “pessima” nell’8,4%.

Il 62% dei medici e il 58% dei genitori ha valutato l’efficacia del preparato come “molto buona” o “buona”, il 9,9% dei medici e il 17,9% dei genitori come “scadente”, il resto “moderata”. Il giudizio del medico si correlava molto bene con la compliance riportata (p = 0,001; test esatto di Fisher), mentre c’era solo una tendenza nel giudizio dei genitori (p = 0,08).

Il carico sui parenti dei bambini irrequieti e disattenti è ovviamente elevato anche quando i criteri diagnostici per l’ADHD non sono soddisfatti.

I problemi sorgono quando quei bambini devono rispettare i doveri mentre le interazioni sociali nel tempo libero e nel gioco sono meno influenzate.

Il trattamento con il medicinale a base di erbe contenente estratti di valeriana e melissa ha ridotto i conflitti a scuola e nelle famiglie.

Ciò ha aumentato la frequenza delle attività comuni all’interno delle famiglie.

Anche tutti gli altri sintomi:

  • debolezza fisica
  • rapida affaticabilità
  • iperattività
  • deficit di concentrazione
  • aggressività
  • riduzione dell’appetito
  • aumento della stanchezza
  • svogliatezza e “altri sintomi” sono migliorati.

Iperattività dei bambini. Già nel 1984 è stato dimostrato un miglioramento dei disturbi nervosi negli anziani in trattamento con valeriana. In studi su adulti con disturbi del sonno, le combinazioni di valeriana o valeriana con altri erbari si sono dimostrate superiori al placebo.

Entrambi gli estratti di erbe migliorano la qualità del sonno nel lungo periodo ma non provocano sonnolenza e sono quindi adatti all’uso nella vita di tutti i giorni, come a scuola e al lavoro. Possono essere considerati sicuri nei soliti dosaggi raccomandati.

In conclusione, i bambini della scuola primaria con irrequietezza, difficoltà di concentrazione e impulsività ma non soddisfano i criteri per la diagnosi di ADHD rispondono a 7 settimane di trattamento con 640 mg di estratto di radice di valeriana e 320 mg di estratto di melissa con una riduzione dei sintomi e dei problemi a scuola e a casa.

Il trattamento combinato con valeriana e melissa fornisce un’opzione praticabile oltre al follow-up diagnostico e terapeutico.

Fonte:
https://doi.org/10.1016/j.phymed.2014.04.004

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!