NEW

Vuoi bene alla tua pelle? Allora mangia così!

Il rapido aumento delle malattie metaboliche, avvenuto negli ultimi tre decenni sia nei paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo, è stato collegato all'aumento del consumo di zuccheri aggiunti e del consumo di bevande zuccherate. Evitarli, significa...

Latte vaccino

Il recupero post-esercizio è un processo complesso che varia in base alla natura dell'esercizio, al tempo che intercorre tra le sessioni di allenamento ed ai diversi obiettivi dell'operatore. Da un punto di vista nutrizionale, le principali considerazioni sono:...

LA STORIA DELLA PRIMA COLAZIONE

È improbabile che la prima colazione sia esistita prima dello sviluppo dell'allevamento, dell'agricoltura e dell'acquisizione della capacità di conservare il cibo. Prima di allora "il pasto" in generale era il risultato di una caccia fortunata o di fortuiti...

Diete di esclusione nei bambini autistici

Bambini autistici. Ecco cosa riporta la letteratura medica. Quindi diffidate dai tanti medici, paramedici o peggio: sono tante sirene ammaliatrici. Gluten- and casein-free diet and autism spectrum disorders in children: a systematic review. Piwowarczyk, A., Horvath,...

Prima visita di medicina estetica

La Prima visita di medicina estetica, comprende, dopo un accurata anamnesi ed esame obiettivo finalizzati alla conoscenza dello stato di salute generale ed estetico, una serie di valutazioni morfologiche e funzionali volte ad approfondire lo studio e la cura degli...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

L’adolescenza in famiglia: guida pratica per genitori

L’adolescenza è una fase del ciclo vitale caratterizzata da rapide trasformazioni fisiche, cognitive, psicologiche e relazionali.

Rappresenta un momento particolarmente delicato dello sviluppo, con svariate potenzialità e risorse da incanalare, ma con elevati rischi di disagi psicologici e sociali.

Il ragazzo si trova proiettato in un territorio di passaggio, sospeso tra la fanciullezza e l’età adulta, tra l’esaltazione e la confusione, tra l’onnipotenza e l’incertezza.

I repentini cambiamenti d’umore, che spesso disorientano i genitori, sono assolutamente naturali e fisiologici.

Il disagio adolescenziale si manifesta attraverso una serie di segnali che, se colti nella maniera corretta, possono essere affrontati.

In questa fase di vita è necessario un “ascolto rispettoso e non giudicante”: i genitori devono fungere da spettatori, lasciando la libertà ai propri figli di sperimentarsi in autonomia e di fare degli errori ma, allo stesso tempo, devono sapersi trasformare in attori protagonisti e attivare le risorse necessarie per intervenire in caso di bisogno.

Questa rubrica nasce dalla volontà di aiutare i genitori sia a relazionarsi in maniera corretta con un figlio adolescente, sia a decodificare e differenziare i normali segnali evolutivi dai campanelli d’allarme che preannunciano un malessere psicologico.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!