NEW

COVID-19 in Pediatria. A cosa prestare attenzione

Covid-19 in Pediatria La maggior parte dei bambini era asintomatica (13,1%) o presentava una malattia lieve (62,3%), mentre 11 (8,5%) aveva una malattia moderata, 11 (8,5%) aveva una malattia grave e 9 (6,9%) aveva una presentazione critica. La febbre è stata...

Dieta mediterranea: di cosa parliamo.

Ci sono stati molti indici proposto per la valutazione della dieta mediterranea. Gli indici di qualità della dieta sono strumenti mirati nel quantificare la conformità a un modello dietetico definito. Questi indici sono una misura combinata della dieta fattori (gruppi...

La storia della nutrizione – prima parte

Storia della nutrizione La dieta dei nostri precursori era rappresentata da vegetali ed animali. Questo per soddisfare (ancora oggi) il fabbisogno umano in proteine e lipidi di circa 1gr/kg di peso corporeo ciascuno e di circa 100 gr di glucidi al giorno. Pochi...

Covid-19: Il rientro a scuola

A causa dell’emergenza epidemiologica Covid-19 ha vissuto per un lungo periodo una preoccupazione collettiva di enorme portata, è rimasto chiuso in casa e ha dovuto fronteggiare esperienze inedite a livello individuale, interpersonale e sociale. Ciascuno ha vissuto...

Carenza di vitamina D

L'infanzia è un periodo durante il quale maturano i sistemi immunitari innati e adattativi, a partire dalla nascita per questo è importante controllare la carenza di vitamina D. Carenza di vitamina D Nell'infanzia, c'è un alto rischio di infezioni del tratto...

Vitamine ed antiossidanti in farmacia: meglio mangiare bene

Sebbene studi di tipo osservazionale abbiano suggerito un effetto benefico cardiovascolare delle vitamine e degli antiossidanti contenuti nella frutta e nella verdura, studi randomizzati sull’argomento hanno ottenuto risultati controversi.

La maggior parte di questi studi ha preso in considerazione l’uso di supplementi vitaminici, ma mancano metanalisi sull’argomento. Alcuni ricercatori ne hanno realizzata una utilizzando i dati di 50 studi randomizzati, con un campione totale di 295.000 soggetti, per verificare l’efficacia di supplementazioni vitaminiche e di antiossidanti nella prevenzione cardiovascolare.

Nel complesso non si è visto alcun effetto di questi supplementi sul rischio di decesso da causa cardiovascolare (infarto, angina, stroke, morte cardiaca improvvisa, TIA).

Allo stesso modo questi supplementi non hanno avuto effetto alcuno sul rischio CV di sottogruppi in prevenzione primaria o secondaria, e non è stato possibile riscontrare efficacia né in base al tipo di vitamine o di antiossidanti utilizzati, né in base alla durata dell’assunzione, né in base all’associazione di più sostanze.

L’industria farmaceutica presenta questi prodotti come integratori dotati di ottime proprietà preventive in ambito cardiovascolare anche se ciò non trova per ora riscontro nella pratica clinica.

In conclusione è comunque necessario ed imperativo mangiare in modo corretto e variato, facendo ampio uso di frutta e verdura di stagione.

Myung S-K et al. Efficacy of vitamin and antioxidant supplements in prevention of cardiovascular disease: Systematic review and meta-analysis of randomised controlled trials. BMJ 2013 Jan 18; 346:f10

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!