NEW

Aspetti emotivi e relazionali della nutrizione dalla gravidanza alla terza età

A cura di Rossella Aromando - Psicologa Psicoterapeuta - rossellaaromando@gmail.com Rubrica 3. Il rapporto delle donne con il corpo che cambia nella maternità. La maternità prevede grandi cambiamenti fisici, emotivi e relazionali per la donna. Questa fase del ciclo...

Stiamo crescendo una generazione di Homer Simpson

Intervista all'esperto: Giorgio Pitzalis, Pediatra Nutrizionista, responsabile scientifico di giustopeso.it Stiamo crescendo, già da diversi anni, una generazione di piccoli Homer Simpson: snack ipercalorici sempre a portata di mano tv tablet e videogiochi sempre...

È utile aggiungere supplementi vitaminici alla nostra dieta?

Vitamina Vitamina Intervista al Dott. Giorgio Pitzalis, responsabile scientifico di giustopeso.it e il pediatraonline.it Non sempre un supplemento vitaminico è indicato e privo di effetti collaterali. In generale, se l’alimentazione del bambino e dell’adulto è...

La dieta Mayr, ovvero tu sei solo intestino

A cura di Giorgio Pitzalis Intorno agli anni ‘950 di Dott. Xavier Mayr era convinto che molte patologie dipendessero dal malfunzionamento dell'intestino, e che esso andasse depurato. Cosa è la dieta Mayr Digiuno per i primi due giorni (sono concessi acqua, te, tisane...

2019, tra boom economico e recessione

A cura di Giorgio Pitzalis Da sempre i modelli alimentari sono influenzati dai comportamenti, dagli stili di vita e dalle condizioni di mercato, appunto tra boom economico e recessione. L’attuale congiuntura socio-politica (anno di recessione o di boom economico?) ed...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Più latte e formaggi

Tre porzioni al giorno di di formaggi non magri per ridurre la mortalità e il rischio di malattie cardiovascolari.
È quello che è emerso da un recente studio in relazione al consumo giornaliero di latticini.

Più latte e formaggi aiutano a diminuire il rischio di mortalità

Il risultato dello studio pubblicato sulla rivista The Lancet sul consumo quotidiano di latticini ci dicono proprio questo.

Più latte e i formaggi nella nostra alimentazione fanno bene alla nostra salute

L’indagine è stata condotta su un campione di 136.000 persone, appartenenti a 21 paesi diversi, che sono stati seguiti per circa nove anni.
Inizialmente sono stati sottoposti loro dei questionari abbastanza dettagliati incentrati sulla loro alimentazione.

Da questi sono emerse poi quattro categorie di gruppi suddivisi in base al consumo giornaliero di latticini:

  • gruppo a zero consumo (28.674)
  • gruppo da meno di una porzione (55.651)
  • gruppo da 1-2 porzioni (24.423)
  • gruppo da oltre 2 porzioni (27.636)

Durante il periodo di monitoraggio gli epidemiologi hanno registrato inoltre tutti i decessi del campione in esame con le rispettive cause di morte.

Il risultato?

Rispetto al gruppo che non mangiava per niente latticini, il gruppo con un consumo più alto ha presentato tassi inferiori di mortalità:

  • per tutte le cause (3,4% vs 5,6%)
  • per le cause non cardiovascolari (2,5% vs 4%)
  • per le malattie cardiovascolari (0,9% vs 1,6%)

Ma a quanto equivale una porzione di latticini?

Semplicemente ad un bicchiere di latte, un vasetto grande di yogurt, una fetta di formaggio da 15 grammi o ad un cucchiaino di tè da burro.
Nulla di esagerato insomma!

Stando alle parole di Mahshid Dehghan della McMaster University in Canada, principale esponente della ricerca:

“I nostri risultati sostengono l’idea che il consumo di latticini possa proteggere da morte e patologie cardiovascolari, specialmente nei paesi a basso e medio reddito dove, attualmente, il consumo di questi alimenti è ben più limitato rispetto a nord America ed Europa”.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!