NEW

Autosvezzamento

Il divezzamento, anche detto (meno correttamente) svezzamento, descrive il periodo di tempo in cui una progressiva riduzione dell'allattamento al seno o dell'alimentazione con il latte formulato, lascia il posto ad una graduale introduzione di alimenti complementari...

Noci e malattie cardiovascolari (CHD).

(Ros E Br J Nutr. 2015 aprile; 113 Suppl 2: S111-20) In virtù della loro composizione unica, è probabile che le noci influiscano positivamente sulla salute cardiovascolare. Studi epidemiologici hanno associato il consumo di noci con una ridotta incidenza di CHD in...

Gamberi e uova sono dannosi per il colesterolo?

In particolare, negli Stati Uniti, circa uno su quattro decessi si verificano a causa di malattie cardiache. La causa principale del CVD è l'aterosclerosi, che è una condizione infiammatoria cronica legata dalla deposizione di colesterolo e dei tessuti fibrosi nelle...

L’importanza di giustopeso.it

Obiettivo. Esaminare l'impatto dell'influenza dei social media sul marketing degli alimenti (sani e malsani) sull'assunzione di cibo da parte dei bambini. Per questo sono stati esaminati 176 bambini (9-11 anni, media 10,5 ± 0,7 anni), assegnati in modo casuale a...

Il calcio nella dieta

E mangiare in maniera equilibrata significa soprattutto "ruotare" i cibi presenti nel mondo animale ed in quello vegetale. Anche per quanto riguarda i minerali è indispensabile variare giornalmente le pietanze. Il calcio è il minerale più abbondante dell'organismo, è...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

I cibi migliori per combattere la stitichezza

Per riuscire a mantenere la propria regolarità intestinale è importante affiancare una sana alimentazione ad uno stile di vita corretto.

Spesso può capitare che durante i cambi stagionali o i periodi di forte stress si possa arrivare a soffrire di pigrizia intestinale, con gonfiore della pancia e un forte senso di pesantezza del corpo.

Tale stato di malessere viene accentuato se durante tali periodi, si tende a seguire uno stile di vita alimentare molto disordinato evitando l’assunzione quotidiana di determinati alimenti.

Quando la stipsi non arriva a rappresentare una problematica di natura organica, psicologica o farmacologica, è possibile risolvere il problema attraverso l’assunzione di cibi e prodotti sani e puliti, in grado di favorire la pulizia e il movimento intestinale.

Bastano infatti delle semplici e fondamentali regole da seguire per riuscire a ristabilire l’equilibrio nella flora intestinale: assumere pasti con una frequenza regolare, consumare delle porzioni abbastanza equilibrate ed evitare di bloccare lo stimolo di andare in bagno.

A tal proposito esistono alcuni alimenti che tendono a rallentare il processo di evacuazione (uva, mirtillo, vino, tè) e perciò è consigliabile assumerli moderatamente.

Altri invece sono ritenuti indispensabili per il benessere del nostro corpo perché aiutano a favorire il giusto movimento del nostro intestino:

I cibi migliori per combattere la stitichezza

  • Acqua: indispensabile per idratare il corpo e per ammorbidire le feci, soprattutto se assunta regolarmente di prima mattina. E’ molto indicato assumere acqua priva di gas e con un alto contenuto di magnesio e solfati altamente lassativi e assumendone grandi quantità durante il giorno.
  • Verdura: velocizza il transito intestinale e favorisce la peristalsi, soprattutto se si tratta di verdura fresca e di stagione. Inoltre è in grado di purificare la flora intestinale e di favorire il senso di sazietà perché presenta un alto contenuto di fibre.È consigliabile inoltre utilizzare le erbe aromatiche come l’alloro, salvia, rosmarino, menta e prezzemolo perchè agevolano la mobilità intestinale ed anche le spezie, utilizzate come condimento al posto del sale.
  • Frutta: almeno tre porzioni al giorno per avere il giusto quantitativo di acqua, fibre e sali minerali.
  • Cereali integrali: fonte di fibre insolubili, permettono al cibo di compattarsi nell’intestino trattenendo l’acqua e rendendo più veloce tale procedimento. Ancora meglio se assunti insieme all’acqua cercando però di non eccederei quantitativi.
  • Legumi: assunti in sostituzione delle proteine animali e dei latticini, sono utili per favorire il corretto funzionamento dell’intestino.
  • Yogurt: prima di assumerlo è importante assicurarsi di non avere alcun tipo di tolleranze.Esso rappresenta una vera e propria riserva di probiotici che aiutano a garantire il benessere della flora batterica intestinale. E’ consigliabile assumere uno yogurt magro con fermenti lattici vivi.
  • Miele: da utilizzare soprattutto come sostituto dello zucchero per le sue proprietà lassative.Ancora meglio se si scelgono le varianti all’eucalipto e all’acacia.
  • Tisane: sono in grado di attenuare la stitichezza riducendo il gonfiore della pancia.Che siano drenanti, purificative o depurative, sono tante le varietà che si possono trovare in commercio, ma quelle più raccomandate sono quelle al finocchio, al rabarbaro e alla menta.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!