NEW

Prima visita di medicina estetica

La Prima visita di medicina estetica, comprende, dopo un accurata anamnesi ed esame obiettivo finalizzati alla conoscenza dello stato di salute generale ed estetico, una serie di valutazioni morfologiche e funzionali volte ad approfondire lo studio e la cura degli...

Il latte, un abbraccio mattutino.

In Italia, la prima colazione è spesso screditata o saltata e un ridotto o assente consumo di latte o yogurt, costituisce il primo e più diffuso errore alimentare. La prima colazione è davvero fondamentale. Al risveglio è necessaria una buona carica di nutrienti per...

Obesità infantile: in Italia il problema è serio

Riguardo all'obesità infantile, sul banco degli imputati non solo consumo esagerato di zuccheri e grassi e alimentazione sbilanciata, ma anche il poco movimento fisico. In Italia il fenomeno dell'obesità infantile è in crescita, con la percentuale di bambini e...

Il microbiota intestinale

Proporzioni più elevate di Lactobacillus e percentuali inferiori di Bacteroides entro tre mesi dalla nascita predice un rischio più elevato di sovrappeso nell’infanzia. Inoltre, una abbondanza di Bifidobacterium spp. all’inizio della vita sembra essere associato con...

Sindrome da Alimentazione Notturna

La Sindrome da Alimentazione Notturna o night-eating syndrome (NES) è stata descritta per la prima volta da Albert Stunkard come un disturbo caratterizzato da “anoressia mattutina”, con tendenza a saltare la colazione, scarso appetito durante il giorno, aumento della...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Dieta mediterranea e ipertensione arteriosa.

L'ipertensione arteriosa è il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari (CVD) e la mortalità per tutte le cause.

Uno stile di vita sano è una strategia fondamentale per ridurre l’ipertensione arteriosa e la dieta è l’elemento mutevole con l’effetto più forte sulla pressione arteriosa (BP).

È dimostrato che il modello della dieta mediterranea (MedDiet) può migliorare la funzione endoteliale e offrire un notevole beneficio contro il rischio di ipertensione e CVD.

La dieta mediterranea è senza dubbio un modello di dieta salutare, che è efficace nella protezione contro le patologie cardio-vascolari, le malattie metaboliche e il cancro.

Alcuni studi hanno riportato che gli alimenti tipici del modello di nutrizione mediterraneo dei primi anni ’60, come:

  • cereali integrali
  • verdure
  • frutta
  • noci
  • olio extra vergine di oliva,

hanno un effetto favorevole sul rischio di ipertensione considerando che gli alimenti non tipici di questo modello alimentare, come la carne rossa, la carne lavorata e il pollame, hanno un effetto sfavorevole.

In termini generali, gli studi attuali indicano che la dieta mediterranea ha effetti favorevoli nel ridurre la pressione arteriosa in soggetti ipertesi o sani, ma non abbiamo dati sufficienti per dichiarare quanto sia forte questo effetto.

I componenti principali della Dieta Mediterranea sono:

  • verdure
  • frutta fresca
  • cereali integrali
  • pesce
  • frutti di mare
  • legumi
  • noci
  • olio extravergine di oliva
  • vino rosso

Mentre le carni rosse e lavorate sono limitate e i prodotti caseari sono moderati.

Non da ultimo deve essere considerato che l’aderenza alla Dieta Mediterranea è altamente suggerita poiché questa dieta è gradevole e saziante.

Tra gli alimenti maggiormente protettivi sul sistema cardiovascolare e sulla pressione arteriosa, l’olio d’oliva è probabilmente il componente più importante della Dieta Mediterranea da questo punto di vista.

Ipertensione Arteriosa

Studi recenti hanno riportato un effetto vasoprotettivo dei polifenoli presenti nell’olio d’oliva sulla pressione sanguigna e hanno spiegato questo effetto con il potere di aumentare la sintesi endoteliale dell’ossido nitrico e la risposta mediata dal fattore di iperpolarizzazione derivato dall’endotelio.

Oltre all’olio d’oliva, l’assunzione alimentare di frutta e verdura, noci e cereali integrali è stata correlata a un minor rischio di ipertensione.

Esiste comunque un rapporto inversamente proporzionale tra la ipertensione arteriosa e l’apporto di sodio e di potassio.

Infatti, una maggiore aderenza alla Dieta Mediterranea era negativamente correlata all’ ipertensione arteriosa, ma questa associazione non era più significativa dopo l’aggiustamento per l’assunzione di sodio e di potassio.

Sia la Dieta Mediterranea che la dieta DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension) sono relativamente facili da rispettare e sono appetibili, ricchi di frutta, verdura, cereali integrali, noci e oli insaturi; inoltre, entrambi riducono al minimo il consumo di carne rossa e lavorata e sono conformi alle raccomandazioni dietetiche per la salute cardiovascolare.

Quindi, quali sono le differenze? Uno può essere che la dieta DASH è maggiormente indicata a ridurre l’apporto di sodio, mentre questa non è una caratteristica della Dieta Mediterranea.

In secondo luogo, può darsi che la dieta DASH includa più proteine poiché include pollame e pesce e sottolinea il consumo di latticini a ridotto contenuto lipidico e calorico.

Per quanto riguarda in particolare i prodotti lattiero-caseari, l’aggiunta di prodotti caseari convenzionali non grassi alla dieta quotidiana ha effetti ipotensivi.

Inoltre, una recente revisione sistematica ha dimostrato un’associazione favorevole tra un maggiore apporto di latticini e un minore rischio di ipertensione.
(Drouin-Chartier J.P., Brassard D., Tessier-Grenier M., Côté J.A., Labonté M.È., Desroches S., Couture P., Lamarche B. Systematic review of the association between dairy product consumption and risk of cardiovascular-related clinical outcomes. Adv. Nutr. 2016;7:1026–1040).

Tratto da:
De Pergola G, D’Alessandro A. Influence of Mediterranean Diet on Blood Pressure. Nutrients. 2018 Nov; 10(11): 1700.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!