NEW

La dieta mediterranea e ADHD in bambini e adolescenti.

Sebbene il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) sia stato correlato a carenze di nutrienti e diete "malsane", abbiamo ipotizzato che una scarsa aderenza ad una dieta mediterranea sarebbe positivamente associata ad un aumento della diagnosi di ADHD....

Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)

Cosa è noto su questo argomento dedicato al disturbo da deficit di attenzione e iperattività: I modelli dietetici non salutari (di solito ricchi di grassi saturi, zuccheri raffinati e alimenti trasformati e poveri di frutta e verdura) sono spesso associati a disturbo...

Al mattino, fai sempre colazione: ti conviene!

Si presume che conferisca una serie di benefici per la qualità della dieta, la salute e le prestazioni cognitive e accademiche. Quindi, fai sempre colazione! Bambini e adolescenti che consumano abitualmente la colazione hanno maggiori probabilità di avere una migliore...

La terapia della colica infantile: quale probiotico funziona?

La colica infantile o l'eccessivo pianto da causa sconosciuta è una condizione gravosa che colpisce circa 1 neonato su 5 di età inferiore a 3 mesi. È più comunemente definito dai criteri Wessel rappresentati da pianto e/o agitazione per più di 3 ore al giorno per più...

Sport e salute: attenzione al rene

Ma attenzione, a proposito di sport e salute: tra il 6 e il 10% dei clienti di una palestra usano droghe e ormoni per aumentare le prestazioni, altro che Sport e salute. In popolazioni selezionate, come sollevatori di pesi e culturisti, l'abuso di queste sostanze è...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Ecco la formula vincente della dieta mediterranea!

ECCO LA FORMULA VINCENTE DELLA DIETA MEDITERRANEA!

(Proteine= 15%, Carboidrati= 60%, Lipidi=25%)

ED ECCO LA “DIETA” IN PRATICA:

Tutti i giorni
▪    cereali integrali e tuberi: pane e pasta di frumento integrale, riso, mais, farro, avena, segale, orzo, grano saraceno, patate, ecc.
▪    legumi secchi e verdi: fagioli, piselli, ceci, lenticchie, fave, lupini, cicerchie, ecc.
▪    frutta (a polpa e a guscio): mele, pere, arance, mandarini, albicocche, pesche, uva, fichi, angurie, meloni, lamponi, fragole, castagne, noci, nocciole, mandorle, pinoli, pistacchi, ecc.
▪    verdure e ortaggi: rape, ravanelli, carote, insalate, spinaci, cicorie, crescione, porri, asparagi, finocchi, bietole, carciofi, broccoli, cavoli, ramolacci, ravanelli, pomodori, melanzane, peperoni, zucchine, cipolle, ecc.
▪    condimenti: principalmente olio extravergine di oliva. In dosi minori burro, lardo e strutto
▪    erbe aromatiche: basilico, timo, maggiorana, origano, aglio, ecc.
▪    latte intero di vacca o capra e formaggi
▪    vino.

Da una a tre volte a settimana
▪    carne: prevalentemente bianca, quindi di volatili da cortile come pollo e tacchino. Inoltre coniglio, maiale e vitello
▪    pesce: in prevalenza azzurro come acciughe, sardine, aringhe, aguglie, sgombri, spatole, ecc.
▪    uova: utilizzate anche per la fare la pasta.

Con minore frequenza
▪    dolci, miele.

E ricordiamoci comunque che

“Mangiare è una necessità, ma mangiare intelligentemente è un’arte”.
(La Rochefoucauld)

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!