NEW

Prima visita di medicina estetica

La Prima visita di medicina estetica, comprende, dopo un accurata anamnesi ed esame obiettivo finalizzati alla conoscenza dello stato di salute generale ed estetico, una serie di valutazioni morfologiche e funzionali volte ad approfondire lo studio e la cura degli...

Il latte, un abbraccio mattutino.

In Italia, la prima colazione è spesso screditata o saltata e un ridotto o assente consumo di latte o yogurt, costituisce il primo e più diffuso errore alimentare. La prima colazione è davvero fondamentale. Al risveglio è necessaria una buona carica di nutrienti per...

Obesità infantile: in Italia il problema è serio

Riguardo all'obesità infantile, sul banco degli imputati non solo consumo esagerato di zuccheri e grassi e alimentazione sbilanciata, ma anche il poco movimento fisico. In Italia il fenomeno dell'obesità infantile è in crescita, con la percentuale di bambini e...

Il microbiota intestinale

Proporzioni più elevate di Lactobacillus e percentuali inferiori di Bacteroides entro tre mesi dalla nascita predice un rischio più elevato di sovrappeso nell’infanzia. Inoltre, una abbondanza di Bifidobacterium spp. all’inizio della vita sembra essere associato con...

Sindrome da Alimentazione Notturna

La Sindrome da Alimentazione Notturna o night-eating syndrome (NES) è stata descritta per la prima volta da Albert Stunkard come un disturbo caratterizzato da “anoressia mattutina”, con tendenza a saltare la colazione, scarso appetito durante il giorno, aumento della...
Latte Sano, chi pensa Sano ama il buono della vita.

Diete vegane? No, grazie!

Le diete vegetariane escludono in varia misura prodotti animali; le diete vegan li escludono del tutto.
La preoccupazione maggiore per queste diete riguarda il piccolo ma importante rischio di carenze nutrizionali

Queste includono le carenze di:

  • ferro
  • zinco
  • riboflavina
  • vitamina B12
  • vitamina D
  • calcio (specialmente per le diete vegan)
  • inadeguato apporto calorico.

Queste carenze sono più probabili in individui con bisogni aumentati

In particolare i lattanti, i bambini e le donne in gravidanza e durante l’allattamento.

Sebbene l’inclusione di prodotti animali non garantisca automaticamente l’adeguatezza di una dieta, è più facile riuscire ad avere una dieta bilanciata con prodotti animali che senza.

Una dieta vegetariana con uova, latte e derivati fornisce proteine di alta qualità ed è una buona fonte di vitamine del gruppo B e di calcio.

Problemi possono insorgere con le diete vegan

Un bambino di 6–24 mesi con dieta vegan deve ricevere una grande varietà di proteine vegetali.
Ogni pasto deve comprendere due fonti complementari di proteine, come legumi e grano, o riso e lenticchie.

Una dieta vegan o macrobiotica molto rigorosa, specialmente se combinata con un consumo rigido di soli cibi naturali e biologici, può avere gravi effetti secondari e dev’essere scoraggiata durante il periodo di alimentazione complementare.

Comporta un alto rischio di carenze nutrizionali e sono stati descritti casi di malnutrizione proteico–energetica, rachitismo, ritardo di crescita e ritardo dello sviluppo psicomotorio in lattanti e bambini. (139-141)

http://www.ilca.org/files/resources/international_regional_documetns/EUPolicy06Italian.pdf

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!