NEW

Infezione da Helicobacter pylori

L’ infezione da Helicobacter pylori porta costantemente a una risposta infiammatoria cronica e di basso grado nella mucosa gastrica ed è strettamente correlata alle malattie gastrointestinali ed extra-gastriche. Gli effetti del microbioma locale nello stomaco sono...

Il mal di pancia nel bambino

Il mal di pancia nel bambino. Nella maggioranza dei casi si tratta di alterazioni funzionali gastrointestinali perché solo nel 5-10% dei pazienti è possibile individuare una causa organica del dolore. Dispepsia e dolore funzionale. La dispepsia può essere definita...

Bevande vegetali per il bambino?

Nell'ultimo decennio, il consumo di latte vaccino pro capite è progressivamente diminuito insieme all'aumento della disponibilità e del consumo di bevande vegetali. Le bevande vegetali non casearie continuano a mostrare una tendenza alle vendite in aumento nei paesi...

Latte materno, Omega-3 e temperamento infantile

La nutrizione nella prima infanzia gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo del cervello. Negli ultimi decenni, la ricerca ha dimostrato che l'esposizione al latte umano e la variazione nella sua composizione contribuiscono in modo significativo al comportamento,...

La frittata

Sono passati 70 anni da quando lo studio dei sette paesi di Keys ha esaminato l'associazione tra dieta e malattia coronarica (CAD) negli uomini di diverse popolazioni in tutto il mondo e ha trovato una correlazione positiva tra l'assunzione di colesterolo alimentare e...

Dieta mediterranea è meglio

A prescindere dal metodo utilizzato per valutare l’aderenza al modello alimentare mediterraneo, questa è invariabilmente associata a una riduzione nell’incidenza dell’outcome composito comprendente diabete, eventi cardiovascolari e mortalità per tutte le cause.

I dati provengono da uno studio di coorte spagnolo, il SUN (Seguimiento Universidad de Navarra), che ha consentito di analizzare la distribuzione dei macronutrienti assunti, confrontando l’efficacia predittiva di due metodi di valutazione dell’aderenza, il MDS (Mediterranean Diet Score) e il MEDAS (Mediterranean Diet Adherence Screen) o varianti di entrambe.

Mentre il MDS è un questionario a 136 item relativamente complesso, il MEDAS è un questionario a 14 item studiato per consentire anche un immediato feedback dei pazienti ed è stato impiegato di recente nello studio di prevenzione cardiovascolare PREDIMED.

Su oltre 9.100 analisi prospettiche condotte con un follow-up di 6,2 anni, l’aderenza al modello mediterraneo (caratterizzato tra l’altro da elevato apporto di fibre, ridotto consumo di grassi totali, ed elevato rapporto grassi monoinsaturi/saturi) è risultata connessa con un miglioramento del profilo di rischio, sia che fosse accertata mediante la scala MEDAS, sia che per valutarla fosse utilizzata la scala MDS.

Domínguez LJ, Bes-Rastrollo M, de la Fuente-Arrillaga C et al
Similar prediction of decreased total mortality, diabetes incidence or cardiovascular events using relative- and absolute-component Mediterranean diet score: The SUN cohort.
Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2012 Mar 6.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!