NEW

Basso livello di vitamina D3

Questo articolo è una prestampa e non è stato certificato da peer review. Che cos'è una prestampa non revisionata? Prima della pubblicazione formale in una rivista accademica, gli articoli scientifici e medici sono tradizionalmente certificati da "peer review". In...

Disturbi dell’alimentazione (DA): cosa c’è da sapere

Disturbi dell’alimentazione (DA). Queste patologie si manifestano prevalentemente tra i 12 e i 25 anni, ma negli ultimi tempi è emerso un preoccupante aumento delle fasce di età coinvolte: attualmente circa il 20% dei pazienti ha un'età compresa tra gli 8 e i 14 anni....

Considerazioni su bambini e Covid-19

Bambini e Covid-19. Su questo punto i dati sono ormai consolidati e coerenti tra i diversi studi effettuati, in Paesi diversi e da diversi gruppi di ricerca: i bambini si ammalano poco, molto poco; e quando lo fanno, le manifestazioni cliniche sono lievi. Le eccezioni...

Dieta mediterranea e artrosi

Questo perché i risultati di molti studi di base, clinici ed epidemiologici sono arrivati a considerarlo come un fattore protettivo contro lo sviluppo di processi multipli come malattie cardiovascolari, diversi tipi di cancro, malattie neurodegenerative e persino...

ALIMENTAZIONE E PSICHE

È indubbio che esiste un forte tra alimentazione e psiche. La famiglia, oltre a trasmettere i caratteri genetici, influenza inevitabilmente il comportamento alimentare e questo “imprinting” familiare risulta particolarmente importante in età prescolare. Nelle famiglie...

Come perdere qualche chilo di troppo

Come perdere qualche chilo di troppo, come ad esempio 3 – 4 kg.

La risposta è semplice e, al contrario di quanto pensiate, non richiede degli sforzi eccessivi.

La prima cosa da tenere bene a mente è che bisogna cercare di fare almeno 5 pasti al giorno

Questi devono essere suddivisi in:

  • Colazione
  • Spuntino
  • Pranzo
  • Merenda
  • Cena

In merito a ciò che mangiate bisogna seguite questi consigli:

  • Per la colazione:caffè o tè amari, o con un dolcificante o con un cucchiaino di zucchero.
    A questo aggiungete 150 g (un bicchiere) di latte parzialmente scremato o 100 g di latte intero o 125 ml di yogurt magro o anche alla frutta.
    Accompagnate inoltre il tutto anche con 2 o 3 pezzi di prodotto da forno, come ad esempio le fette biscottate
  • Per i condimenti: utilizzate ____ cucchiaini da te di olio extravergine d’oliva in tutto (considerate che ogni cucchiaino è pari a 5 g) più un cucchiaino di olio di mais.
    Ogni tanto si può sostituire l’olio con altri tipi di condimenti, tipo il burro, la maionese, la salsa rosa, il pesto, sempre con le stesse quantità
  • Per le bevande: almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e massimo 3 caffè o 3 tè al giorno
  • Per la frutta di stagione: almeno 3 porzioni al giorno da 150 g.
    Potete anche mangiare 2 frutti abbinati a 125 ml di yogurt magro
  • Per la verdura: di qualsiasi tipo, dove e quando volete!
  • Perlo spuntino del mattino e per la merenda del pomeriggio: potete mangiare o 30 g di pane con companatico, o uno yogurt o uno snack di 100-110 cal
  • Per la pasta o il pane: potete mangiare al giorno ___ g o di pane, o di pasta, o di riso, o di cereali in chicchi o in farina o 200 g di patate o gnocchi di patate.
    Potete anche decidere di preparare dei panini, ad esempio con _____ g di pane più 60 g di prosciutto o 70 g di mozzarella e verdure a scelta oppure dei piatti unici con ad esempio 70 g di pasta e 60 g di fagioli secchi o 70 g di riso e 150 g di pesce
  • Per il pesce: mangiarne ____ g almeno tre volte a settimana e di qualsiasi tipo, tranne quelli sott’olio o affumicati
  • Per la carne: mangiarne ____ g almeno tre volte a settimana, preferibilmente se carni bianche, eliminando il grasso visibile prima di cucinarlo
  • Per i formaggi: consumarne ____ g almeno tre volte a settimana se è fresco (tipo crescenza) o 40 g se è stagionato o erborino (tipo grana o gorgonzola)
  • Per le uova: mangiate una porzione di due uova almeno una volta a settimana.
    Le potete cucinare come preferite badando però a non esagerare con l’olio
  • Per i salumi: mangiatene 60 g almeno due volte a settimana
    Meglio scegliere salumi magri o sgrassatili, tipo speck, bresaola, prosciutto crudo o cotto
  • Per i legumi: mangiateli almeno due volte a settimana.
    Siete liberi di scegliere tra 60 g di fagioli, di ceci, piselli, soia ecc se sono secchi e almeno 150 g se invece sono freschi, surgelati, cotti o in scatola.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!