NEW

La tosse psicogena nel bambino

La tosse psicogena, si caratterizza per il timbro metallico e per gli accessi, che si presentano solo quando il bambino è sveglio e che per lo più si evocano in presenza dei genitori, degli insegnanti o di operatori sanitari. Non ha eziologia organica ma si manifesta...

I latti di crescita

Ad esempio, l'eccesso proteico precoce (quota energetica > 14% tra 6 e 24 mesi), conduce ad un aumento della concentrazione dei fattori di crescita (IGF-1). Quindi dell'insulina, con un’ipertrofia ed una iperplasia delle cellule adipose, nonché ad una stimolazione...

Probiotici e Covid-19

Da dicembre 2019, diversi casi di polmonite di eziologia sconosciuta sono stati segnalati a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina. Il 7 gennaio 2020, un nuovo coronavirus è stato identificato da un campione di tampone della gola di un paziente dal Centro cinese per...

Efficacia del Lactobacillus rhamnosus GG

L'Organizzazione mondiale della sanità e il Fondo internazionale per le emergenze dei bambini delle Nazioni Unite definiscono la diarrea come più di tre feci molli o acquose durante un periodo di 24 ore. Una durata di 14 giorni è il criterio proposto per distinguere...

Covid-19 e mascherine di protezione: quale scegliere?

In Italia è definito dall’UNI, l’Ente nazionale italiano di unificazione. Le norme relative ai dispositivi di protezione per le vie respiratorie sono elaborate a partire dagli standard europei di riferimento (EN) e, a seconda della conformità alle diverse normative,...

Colora di più la tua frutta e la tua verdura: è meglio

Mangiare frutta e verdura è sinonimo di mangiare sano.

Ma di quale colore?

Sembra una questione secondaria ma scegliere la giusta varietà di mais o di pomodoro può fare la differenza. Anche nell’ottica del consumo e della modalità di preparazione.

Ma andiamo con gli esempi:

  • Le patate rosse o viola sono meglio di quelle gialle perché contengono più anti-ossidanti (ritardano quindi l’invecchiamento dei tessuti) e, se si riesce a mangiarle con la buccia, si favorisce un tasso glicemico più basso, grazie alle molte fibre presenti.
  • Le carote viola abbondano di antocianine, più di quelle arancioni; ma anche il modo di prepararle e consumarle può fare la differenza: cuocerle intere e affettarle dopo le rende più dolci, aumentandone le proprietà anti-tumorali.
  • Passando ai pomodori, si deve ricordare che le varietà più indicate e benefiche per la salute sono i ciliegini e i datterini, quelli più piccoli insomma: se il pomodoro è di piccole dimensioni, infatti, contiene più fito-nutrienti.Senza dimenticare che i semi non vanno mai scartati, poiché in essi si concentrano le sostanze anti-tumorali migliori.Se poi si fa cuocere la salsa di pomodoro fino all’ebollizione, si induce l’amalgamarsi degli aromi e la triplicazione del contenuto di licopene, un potente carotenoide anti-cancro.
  • Per quanto riguarda il radicchio, quello rosso di Treviso va preferito a quello di Chioggia: contiene tre volte più bio-nutrienti, anche rispetto alle altre varietà verdi; il radicchio è, comunque, un forte anti-ossidante.
  • Lo scalogno, invece, è da preferire all’aglio, dato che ha il doppio della quercetina, un importante flavonoide. Se però non potete fare a meno del secondo, tritatelo e lasciatelo riposare per circa dieci minuti prima di cuocerlo: in questo modo, aumentano le sue proprietà curative.
  • I broccoli, una volta raccolti, perdono una parte del quantitativo di zuccheri e altre sostanze nutrienti.Per questo è bene conservarli in una busta di plastica trasparente da bucare con una serie di forellini: così facendo, si contribuisce a preservare gli antiossidanti.
  • Tra le insalate, è meglio scegliere le varietà a cespo aperto dalle foglie scure: rosso-brune, viola o verdi; rucola e radicchio hanno più fito-nutrienti della lattuga. A proposito di quest’ultima, è consigliabile tagliarla prima di conservarla in frigo, per aumentare l’azione anti-invecchiamento.
  • Infine il mais: le varietà viola, blu o rosso hanno fino a 60 volte più betacarotene di quella bianca. Il mais è comunque un grande aiuto contro le infiammazioni, il rischio tumorale e la tendenza all’ipertensione.

Passando alla frutta

  • Le mele Smith hanno fino a tre volte più bio-nutrienti delle Golden.
  • La qualità di ciliegie migliori? Le Bing, ma in funzione anti-infiammatoria sono da preferire le visciole (una buona idea per un’invitante crostata).
  • Il mango ha il quintuplo della vitamina C presente nelle arance, stesso quantitativo in più di fibre rispetto all’ananas e un basso indice glicemico.
  • Il cocomero andrebbe fuori dal frigo qualche giorno prima di mangiarlo, per aumentare l’apporto di nutrienti in esso contenuti.
  • I mirtilli in scatola sono meglio di quelli freschi, poiché hanno più fito-nutrienti.
  • Le bacche, infine, vanno surgelate e poi cotte al microonde, se non sono fresche, piuttosto che comprarle già scongelate al supermercato.

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!