NEW

Il suicidio in pediatria: parliamone

Il suicidio in pediatria. Il pediatra è coinvolto nell'identificazione o nella gestione di giovani con comportamenti suicidari. Il pediatra dovrebbe essere in grado di identificare la presenza di “segnali di allarme” per tentato suicidio / suicidio nei bambini e / o...

Vitamina C e Covid-19

Vitamina C e Covid-19. Il contributo nutritivo ottimale della vitamina C è quindi è correlato a un minor danno ossidativo e la sua integrazione è associata a una minore incidenza di infezioni specifiche. Inoltre, studi condotti su embrioni di pollo hanno mostrato che...

Olio extravergine di oliva: what else?

Olio extravergine di oliva (EVO). Chi non conosce? È uno degli alimenti più tipicamente mediterranei; è parte della nostra cultura alimentare e non solo. Ha un altissimo valore, sotto tutti i punti di vista. Per olio extravergine di oliva si intende un olio ottenuto...

Latte materno

Latte materno: come allattare. Nella posizione classica la madre deve stare seduta comodamente, su una sedia bassa o con i piedi poggiati su uno sgabello, in modo che le ginocchia rimangano sollevate, affinché le gambe sostengano il bambino. La madre non deve...

Dimmi cosa mangi e ti dirò di sei

Ed essa, già da sola, indirizza la differenziazione delle famiglie batteriche verso specifici enterotipi che appaiono correlati a determinate abitudini alimentari. Dimmi cosa mangi e ti dirò di sei! Dato che dalla composizione del microbiota (l’insieme dei...

Arti marziali e alimentazione

Arti marziali, quali sono: Karate, Judo, Jiu Jutsu, Aikido, Wing Tchung, Kali Escrima, Taek Won Do, Krav Maga, Brasilian JJ, Boxe Thailandese, Kick Boxing, MMA, ect.

Arti Marziali: Allenamento

  • Suddividere l’alimentazione di ogni giorno in 5 pasti
  • utilizzare frutta verdura in abbondanza, la frutta preferibilmente lontano dai pasti
  • il fabbisogno proteico quotidiana non deve superare i 2 grammi/die per il peso ideale
  • calcolare adeguatamente il fabbisogno calorico e di carboidrati
  • valutare la necessità di integrazione vitaminica o minerale a seguito di indagini ematochimiche

Giorno della gara

  • Colazione sostanziosa ma digeribile: latte/yogurt magri o latte di soia con muesli con frutta secca o riso bianco, formaggio magri, o soia o derivati o prosciutto crudo o cotto senza grassi o bresaola, frullato di frutta. Bevande quali tè, spremute, caffè d’orzo, caffè (con moderazione).

Razione di attesa

  • Tra la prima colazione ed il primo incontro possono passare da un minimo di due ore fino a 6-8 ore. Spesso inoltre possono passare due-tre ore tra le qualificazioni e le finali. Pertanto è indispensabile mantenere costanti le scorte di glicogeno consumando regolarmente piccoli pasti/integratori.
  • 2-3 ore dopo la prima colazione, ogni ora circa, a scelta, assumere un piccolo pasto sostitutivo: barretta con 40-50% di carboidrati e 20-30% di proteine o una bevanda con miscela combinata di proteine e carboidrati o uno snack a base di biscotti secchi, con poco zucchero e grassi (biscotti per la prima infanzia).

Dopo ogni incontro

  • Reintegro idrico salino immediato con integratori specifici, contenenti anche carboidrati a rapida assimilazione, meglio se in miscela tra alto e medio indice glicemico. Controllare l’assunzione di acqua.
  • In attesa delle finali (minimo un’ora di tempo) anche con una piccola razione proteica (8-10 g di proteine a veloce assimilazione) o aminoacidica (BCAA, creatina).

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!