NEW

Celiachia

La Celiachia: Deriva da una risposta immunitaria inappropriata mediata da cellule T al glutine ingerito che causa danni immuno-mediati all'intestino tenue in persone geneticamente predisposte. Il danno alla mucosa prossimale dell'intestino tenue porta al...

L’ostruzione nasale

L'ostruzione nasale (NO) è definita come la percezione soggettiva di disagio o difficoltà nel passaggio dell'aria attraverso le narici. È un motivo comune per la consultazione nelle cure primarie e specialistiche e può interessare fino al 30% - 40% della popolazione....

Iperattività dei bambini

Iperattività dei bambini. Gli estratti di radice di valeriana e melissa hanno dimostrato in precedenza efficacia e ottima tollerabilità nei bambini al di sotto dei 12 anni che soffrono di irrequietezza e insonnia. Abbiamo ora esaminato se il trattamento con una...

Diagnosi della sensibilità al glutine non celiaca (NCGS).

Diagnosi della sensibilità al glutine non celiaca (NCGS). Data la mancanza di un biomarcatore per la diagnosi di NCGS, c'è la necessità di standardizzare la procedura che porta alla conferma della diagnosi. Sebbene l'NCGS sia attivato dai cereali contenenti glutine,...

Qualità del sonno nell’obesità

Qualità del sonno nell'obesità. I disturbi del sonno (SD) sono un riscontro comune nell'obesità. L'apnea ostruttiva del sonno (OSA) è il tipo più diffuso di disturbo del sonno correlato all'obesità, che a sua volta rappresenta un fattore di rischio per diverse...

Arti marziali e alimentazione

Arti marziali, quali sono: Karate, Judo, Jiu Jutsu, Aikido, Wing Tchung, Kali Escrima, Taek Won Do, Krav Maga, Brasilian JJ, Boxe Thailandese, Kick Boxing, MMA, ect.

Arti Marziali: Allenamento

  • Suddividere l’alimentazione di ogni giorno in 5 pasti
  • utilizzare frutta verdura in abbondanza, la frutta preferibilmente lontano dai pasti
  • il fabbisogno proteico quotidiana non deve superare i 2 grammi/die per il peso ideale
  • calcolare adeguatamente il fabbisogno calorico e di carboidrati
  • valutare la necessità di integrazione vitaminica o minerale a seguito di indagini ematochimiche

Giorno della gara

  • Colazione sostanziosa ma digeribile: latte/yogurt magri o latte di soia con muesli con frutta secca o riso bianco, formaggio magri, o soia o derivati o prosciutto crudo o cotto senza grassi o bresaola, frullato di frutta. Bevande quali tè, spremute, caffè d’orzo, caffè (con moderazione).

Razione di attesa

  • Tra la prima colazione ed il primo incontro possono passare da un minimo di due ore fino a 6-8 ore. Spesso inoltre possono passare due-tre ore tra le qualificazioni e le finali. Pertanto è indispensabile mantenere costanti le scorte di glicogeno consumando regolarmente piccoli pasti/integratori.
  • 2-3 ore dopo la prima colazione, ogni ora circa, a scelta, assumere un piccolo pasto sostitutivo: barretta con 40-50% di carboidrati e 20-30% di proteine o una bevanda con miscela combinata di proteine e carboidrati o uno snack a base di biscotti secchi, con poco zucchero e grassi (biscotti per la prima infanzia).

Dopo ogni incontro

  • Reintegro idrico salino immediato con integratori specifici, contenenti anche carboidrati a rapida assimilazione, meglio se in miscela tra alto e medio indice glicemico. Controllare l’assunzione di acqua.
  • In attesa delle finali (minimo un’ora di tempo) anche con una piccola razione proteica (8-10 g di proteine a veloce assimilazione) o aminoacidica (BCAA, creatina).

Precedenti

Successivi

Share This

Share this post with your friends!