Vaccinazioni: quando basta basta. Il falso “caso” dell’autismo.

Uno dei dibattiti più accaniti, per quanto frutto di una vera e propria frode scientifica, riguarda il legame tra vaccini e autismo. Nel 1998 il medico Andrew Wakefield (1) ha pubblicato su Lancet uno studio che dimostrava l’associazione tra vaccino anti morbillo-parotite-rosolia e autismo, poi rivelatosi una frode scientifica tanto che l’articolo è stato ritrattato e il suo autore è stato radiato dall’Ordine dei medici del Regno Unito.

La rettifica è stata messa in moto da un’inchiesta del British Medical Journal (2,3) ed è stata seguita da una serie di studi, alcuni anche recenti e molto autorevoli, che hanno unanimemente escluso ogni legame, tra i quali una revisione sistematica della Cochrane Collaboration, (4) e il rapporto Adverse Effects of Vaccines Evidence and Causality dell’Institute of Medicine (IoM) statunitense, che ha preso in considerazione diversi vaccini rispetto al rischio di autismo, giungendo sempre a risultati negativi (5). Una recente metanalisi pubblicata su Vaccine che ha compreso nella sua valutazione diversi vaccini, con e senza thimerosal, ne ha escluso l’implicazione nei disturbi dello spettro autistico (6).

Ad assolvere i vaccini, ci sono poi prove indirette. E’ ormai accertato in modelli animali che l’autismo si associa ad alterazioni prenatali e perinatali della neurotrasmissione GABAergica (7). Anche nell’uomo sono state descritte alterazioni precoci dello sviluppo della corteccia cerebrale che collocano l’insorgenza dell’autismo in fase prenatale (8), ed è segnalato ora il ruolo di fattori genetici (9).

Anche se nessuno degli oltre 25 studi condotti negli ultimi 15 anni ha confermato l’esistenza di una relazione causale tra vaccino anti morbillo-parotite-rosolia e autismo, le teorie di Wakefield continuano a essere riportate e sostenute anche in Italia.
La conseguenza più grave di questa controversia è purtroppo quella di aver provocato in tutto il mondo una consistente caduta delle coperture vaccinali con la comparsa di migliaia di nuovi casi di morbillo, parotite e rosolia e l’insorgenza di importanti patologie, che avrebbero potuto essere evitate con la vaccinazione.

1.Wakefield AJ, Murch SH, et al. Ileal lymphoid nodular hyperplasia, non-specific colitis, and pervasive developmental disorder in children [retracted]. Lancet 1998;351:637-41.

2.Godlee F, Smith J, Marcovitch H. Wakefield’s article linking MMR vaccine and autism was fraudulent. Brit Med J 2011; 342:c7452.

3.Deer B. How the case against the MMR vaccine was fixed. Brit Med J 2011;342:c5347.

4.Demicheli V, Rivetti A, et al. Vaccines for measles, mumps and rubella in children. Cochrane Database of Systematic Reviews 2012, Issue 2. Art. No.:CD004407.DOI:10.1002/14651858.CD004407.pub3.

5.Institute of Medicine Committee to Review Adverse Effects of Vaccines. Adverse effects of vaccines: evidence and causality. Stratton K, Ford A, et al (eds). National Academies Press, Washington, 2012.

6.Taylor LE, Swerdfeger AL, Eslick GD. Vaccines are not associated with autism: an evidence-based meta-analysis of case-control and cohort studies. Vaccine 2014;32:3623-9.

7.Tyzio R, Nardou R, et al. Oxytocin-mediated GABA inhibition during delivery attenuates autism pathogenesis in rodent offspring. Science 2014;343:675-9.

8.Stoner R, Chow ML, et al Patches of disorganization in the neocortex of children with autism. N Engl J Med 2014;370:1209-19.

9.Sandin S, Lichtenstein P, et al. The familial risk of autism. JAMA 2014;311:1770-7.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>