massime ed aforismi educazionali

Il nostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario.
“Stay Hungry. Stay Foolish.”, siate affamati, siate folli.
(Steve Jobs)

Impossible is nothing
Impossibile è solo una parola promunciata dai piccoli uomini che trovano più facile vivere nel mondo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo.
Impossibile non non è un dato di fatto, è un’opinione.
Impossibile non è una regola, è una sfida.
Impossibile non è uguale per tutti.
Impossibile non è per sempre.

Le pratiche inevase
Signore, a fare data dal mese prossimo
Voglia accettare le mie dimissioni.
E provvedere, se crede, a sostituirmi.
Lascio molto lavoro non compiuto,
Sia per ignavia, sia per difficoltà obiettive.
Dovevo dire qualcosa a qualcuno,
Ma non so più che cosa e a chi: l’ho scordato.
Dovevo anche dare qualcosa,
Una parola saggia, un dono, un bacio;
Ho rimandato da un giorno all’altro. Mi scusi,
Provvederò nel poco tempo che resta.
Ho trascurato, temo, clienti di riguardo.
Dovevo visitare
Città lontane, isole, terre deserte;
Le dovrà depennare dal programma
O affidarle alle cure del successore.
Dovevo piantare alberi e non l’ho fatto;
Costruirmi una casa,
Forse non bella, ma conforme a un disegno.
Principalmente, avevo in animo un libro
Meraviglioso, caro signore,
Che avrebbe rivelato molti segreti,
Alleviato dolori e paure,
Sciolto dubbi, donato a molta gente
Il beneficio del pianto e del riso.
Nel troverà traccia nel mio cassetto,
In fondo, tra le pratiche inevase;
Non ho avuto tempo per svolgerla. E’ peccato,
Sarebbe stata un’opera fondamentale.
19 aprile 1981 Primo Levi, da “Ad ora incerta”.

Vivi un vita equilibrata: impara qualcosa, pensa, disegna, dipingi, canta, balla, suona e lavora un pò ogni giorno.
(Fulghum R.Tutto quello che mi serve sapere l’ho imparato all’asilo)

“Dipende da noi essere in un modo piuttosto che in un altro.
Il nostro corpo è un giardino, la volontà il giardiniere.
Puoi piantare l’ortica o seminare la lattuga,
mettere l’issopo ed estirpare il timo,
far crescere una sola qualità di erba o svariate qualità,
lasciare sterile il terreno per pigrizia o fecondarlo col lavoro.
Il potere e l’autorità dipendono da noi.”
(William Shakespeare, Otello, atto I, scena III)

“Tutti gli uomini sognano. Non però allo stesso modo. Quelli che sognano di notte nei polverosi recessi della mente si svegliano al mattino per scoprire che il sogno è vano. Ma quelli che sognano di giorno sono uomini pericolosi, giacchè ad essi è dato vivere i sogni ad occhi aperti e far sì che essi si avverino.”
(Thomas Edward Lawrence)

Non sono le specie più forti a sopravvivere, nè le più intelligenti, ma sono quelle che riescono a rispondere con maggiore prontezza ai cambiamenti.
(Charles Darwin)

I nonni avvolgono l’infanzia di sublime tenerezza perchè non devono vivere la stessa responsabilità dei genitori.
(anonimo)

Morire lentamente
Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi e’ infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare. Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicita’.
(Pablo Neruda)

“WHAT A WONDERFUL WORLD”
I SEE TREES OF GREEN
RED ROSES TOO
I SEE THEM BLOOM
FOR ME AND YOU
AND I THINK TO MY SELF
WHAT A WONDERFUL WORLD
I SEE SKIES OF BLUE
AND CLOUDS OF WHITE
THE BRIGHT BLESSED DAY
THE DARK SACRED NIGHT
AND I THINK TO MY SELF
WHAT A WONDERFUL WORLD
THE COLOURS OF THE RAINBOW
SO PRETTY IN THE SKY
ARE ALSO IN THE FACES
OF PEOPLE GOIN’ BY
I SEE FRIENDS SHAKIN’ HANDS
SAYIN’ “HOW DO YOU DO”
THE REALLY SAYIN’ “I LOVE YOU”
I HEAR BASIES CRY
I WATCH THEM GROW
THEY’LL LEARN MUCH MORE
THAN I’LL EVER KNOW
AND I THINK TO MY SELF
WHAT A WONDERFUL WORLD
YES, I THINK TO MY SELF
WHAT A WONDERFUL WORLD
OH, YES
(L. ARMSTRONG)

Le donne ricordano solo gli uomini che le hanno fatte ridere.
Gli uomini le donne che li hanno fatti piangere.
(Henri de Régnier)

Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola.
Solo gli imbecilli sono sempre sicuri di ciò che fanno e dicono.
(Voltaire)

Spesso si incontra il nostro destino sulla strada presa per evitarlo.
(La Fontaine)

I cambiamenti non avvengono mai senza inconvenienti, perfino dal peggio al meglio.
(R. Hooker)

Il gioco dovrebbe essere considerato l’attività più seria dell’infanzia.
(Montagne)

Dalle nostre convinzioni nascono le nostre azioni,
Dalle nostre azioni si formano le nostre abitudini,
Dalle nostre abitudini deriva il nostro carattere,
Sul nostro carattere costruiamo il nostro destino.
(J.P. Singleton)

Quanto più una torcia fa luce, tanto più si consuma e tanto meno dura
(Baltasar Graciàn)

Tutti i pensieri intelligenti sono stati già pensati, occorre solo tentare di ripensarli.
(W. Goethe)

Se gli uomini non parlano con i bambini smettono di essere uomini e diventano semplici macchine per mangiare e guadagnare soldi.
(John Updike)

Non discutere mai con uno sciocco: gli altri potrebbero non notare la differenza.
(Arthur Bloch)

Ognuno vede quello che tu pari, pochi sentono quello che tu sei.
(N. Macchiavelli)

Per essere se stessi bisogna essere qualcuno.
(Stalislaw Lec)

E’ facile ammazzare a volo l’uccello che si leva dritto, ma non quello che devia continuamente
(Baltasar Graciàn)

L’uomo ragionevole adegua se stesso al mondo: l’uomo irragionevole persiste del tentare di adeguare il mondo a se stesso.
(anonimo)

Essere originale è un pregio: volerlo essere è un difetto.
(A. Chauvilliers)

C’è sempre tempo per lanciare una parola, ma non sempre il tempo per riprenderla.
(Baltasar Graciàn)

La cosa che sente più stupidaggini al mondo è probabilmente un quadro di museo.
(EdJ De Goncourt)

Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste.
(M.L. King)

Si odiano gli altri perchè si odia sè stessi.
(Cesare Pavese)

L’apprendere molte cose non insegna l’intelligenza.
(Eraclito)

L’uomo saggio impara molte cose dai suoi nemici.
(Aristofane)

E’ meglio accendere una candela che maledire l’oscurità.
(Madre Teresa di Calcutta)

Ogni volta che vuoi giudicare qualcuno, cammina prima per tre lune nei suoi mocassini.
(Susanna Tamaro)

La vita ha un lato comico e l’ipotenusa drammatica.
(Bardami)

La vita è un’opportunità, coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, abbine cura.
La vita è una ricchezza, conservala.
La vita è amore, godine.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, accettala.
La vita è un’avventura, rischiala.
La vita è felicità, meritala.
La vita è vita, difendila.
(Madre Teresa di Calcutta)

Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi.
(Herman Hesse)

Sono poche le persone che pensano, però tutte vogliono giudicare.
(Federico il Grande)

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l’imbecille,
mentre il contrario è del tutto impossibile.
(Woody Allen)

Chi non ride mai non è una persona seria.
(F. Chopin)

La nostra destinazione non è mai una località ma piuttosto un modo di vedere le cose.
(Henry Miller)

Dubitare di te stesso è il primo segno dell’intelligenza.
(Ugo Ojetti)

Viviamo tutti sotto lo stesso cielo,
ma non tutti abbiamo lo stesso orizzonte.
(K. Adenauer)

Bisogna sempre giocare lealmente
quando si hanno in mano le carte vincenti.
(Oscar Wilde)

La cosa più importante che un uomo può fare per i propri figli, è amare la loro madre.
(T. Hesburgh)

Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo può spendere.
(Teofrasto)

Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.
(Albert Einstein)

Senza cuor contento non c’è bene che valga, come col cuor contento non c’è male che nuoccia in questo mondo.
(M. D’Azeglio)

E’ proprio della natura umana odiare colui che hai offeso.
(Tacito)

E’ la volontà che fa l’uomo grande o piccolo.
(Friedrich Schiller)

E’ difficile acchiappare un gatto nero in una stanza buia soprattutto quando non c’è.
(Proverbio cinese)

Una persona non muore quando dovrebbe, ma quando può.
(Gabriel Garcia Marquez)

Alle persone che non amiamo imputiamo a colpa le gentilezze che ci fanno.
(Friedrich Nietzesche)

A volte l’uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi, si rialza e continua per la sua strada.
(Winston Churchill)

Chi vuol navigare finchè non sia passato ogni pericolo non deve mai prendere il mare.
(Thomas Fuller)

Un grammo di applicazione val più di una tonnellata di astrazione.
(Anonimo)

Tutti nella vita hanno la stessa quantità di ghiaccio. Però il ricco d’estate, il povero d’inverno.
(Bat Masterson)

Gli altri fanno quello che vogliono delle tue parole,
mentre sono sconvolti dai tuoi silenzi.
(Frederic Dard)

L’unica cosa importante,
quando ce ne andremo,
saranno le tracce d’amore che avremo lasciato.
(Albert Schweitzer)

Chi perde il bambino che ha dentro di sè, lo rimpiangerà per il resto della vita.
(P.Neruda)

Sto partendo per affrontare il nemico,
per combattere le battaglie, grandi e piccole.
Sto partendo, Mamma, sto partendo!
Per favore augurami buona fortuna.
Mi sono spuntate le ali, voglio volare,
voglio conquistare le mie vittorie là dove mi attendono.
Sto partendo, Mamma, ma non piangere:
lascia che io trovi la mia strada.
Voglio vedere, toccare e ascoltare,
anche se ci sono pericoli, anche se ci sono paure.
Gioirò dei miei sorrisi e asciugherò le mie lacrime;
per favore lascia che io dica ciò che ho da dire.
Parto per cercare il mio mondo, i miei sogni,
per trovare la mia nicchia, per ricucire gli strappi.
Ricorda, mentre seguo le mie rotte,
che ti voglio bene, comunque.
(Brooke Mueller)

Gli altri fanno quello che vogliono delle tue parole, mentre sono sconvolti dai tuoi silenzi
(Frederic Dard)

Ci sono scemenze ben presentate come ci sono scemi ben vestiti.
(Nicolas de Chamfort)

Se non t’importa dove sei, non ti sei perso.
(Anonimo)

Un amico è un dono che fai a te stesso.
(Robert Louis Stevenson)

L’uomo ragiona, il saggio tace, il fesso discute.
(proverbio cinese)

Le cose non cambiano; siamo noi che cambiamo.
(H.D. Thoreau)

La tierra no es una herencia de nuestros padres sino un prestamo de nuestros hijos.
(antiguo refran indio)

In una battaglia vince colui che ha fermamente deciso di vincere (in genere, n.d.r.)
(Leone Tolstoi)

Nessuno è obbligato a correre sulla via del successo.
(Seneca)

Trova tempo per lavorare: è il prezzo del successo.
Trova tempo per pensare: è la fonte del potere.
Trova tempo per giocare: è il segreto dell’eterna giovinezza.
Trova tempo per leggere: è il fondamento della saggezza.
Trova tempo per l’amicizia: è la strada della felicità.
Trova tempo per sognare: è attaccare il tuo carro ad una stella.
Trova tempo per amare ed essere amato: è il privilegio degli dèi.
Trova tempo per aiutare gli altri: la giornata è troppo breve per essere avari.
Trova tempo per ridere: è la musica dell’anima.
(esortazione irlandese)

Finchè viviamo dobbiamo imparare l’arte di vivere.
(Seneca)

Alcuni si ritengono perfetti unicamente perchè sono meno esigenti nei propri confronti.
(H. Hesse)

Se riesci a mantenere il controllo quando tutti intorno a te lo perdono
e te ne fanno una colpa;
se riesci ad aver fiducia in te stesso quando tutti ne dubitano,
ma concedi attenuanti al loro dubitare;
se riesci ad aspettare e a non stancarti nell’attesa,
o quando gli altri mentono tu non ti abbandoni alla menzogna,
o quando ti odiano non ti abbandoni all’odio,
e tuttavia a non sembrare troppo buono e a non parlare troppo saggiamente;
se riesci a sognare senza che i sogni diventino il tuo padrone;
se riesci a pensare e a non fare dei tuoi pensieri il tuo scopo,
se riesci ad affrontare il Trionfo e la Sconfitta
e a trattare questi due impostori allo stesso modo;
se riesci a sopportare di sentire la verità che hai detto
distorta da bricconi per abbindolare gli sciocchi,
o a vedere le cose a cui tu hai dedicato la vita, rotte,
e a chinarti e ricostruirle con arnesi logori;
se riesci a fare un solo fascio di tutte le tue vincite
e rischiarle in blocco a testa e croce,
e perdere, e ricominciare tutto da capo,
e non dire una parola sulla perdita;
se riesci a costringere cuore, nervi e tendini
a servire al tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
e a non mollare quando non resta altro in te
che la Volontà che dice ‚ Non mollate!
Se riesci a parlare alla folla e a mantere la tua integrità,
a camminare con i Re senza perdere il contatto con la gente,
se nè i nemici nè gli amici più cari possono ferirti,
se tutti contano per te, ma nessuno troppo;
se riesci a riempire un implacabile minuto
con sessanta secondi degni di essere vissuti,
tua è la Terra e tutto quello che è in essa,
e, quel che più conta, tu sei un Uomo, figlio mio.
(Rudyard Kipling)

Non temere di percorrere una lunga strada, se sei diretto verso coloro che hanno qualcosa da insegnarti.
(Isocrate)

Le persone raramente raggiungono il successo
a meno che non si divertano nel fare quello che stanno facendo.
(Dale Carnegie)

Se un uomo vuole occuparsi incessantemente di cose serie e non abbandonarsi ogni tanto allo scherzo,
senza accorgersene, diventa pazzo o idiota.
(Erodoto)

Pensare è il lavoro più arduo che ci sia,
ed è probabilmente questo il motivo per cui così pochi ci si dedicano.
(Henry Ford)

La semplicita’ e’ la forma della vera grandezza.
(Francesco De Sanctis)

Chi non impara nulla dai bambini, certamente non imparera’ nulla dai grandi.
(Einst Von Wildenbruch)

Quando sei nato, attorno a te tutti ridevano. Tu solo piangevi.
Cerca di condurre la tua vita in modo tale che, alla tua morte, attorno a te tutti piangano,
e che tu solo rida.
(precetto tibetano)

Le poesie piu’ belle si leggono negli occhi dei bambini.
(Anonimo)

Non si puo’ mai accettare di strisciare se si ha l’impulso di librarsi in alto.
(Helen Keller)

E’ il cuore che ci metti dentro che rende grandi anche le cose piu’ semplici.
(A. Pronzato)

L’uomo e’ irragionevole, illogico, egocentrico.
Non importa, amalo.
Se fai il bene, ti attribuiscono secondi fini egoistici.
Non importa, fa il bene.
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici.
Non importa, realizzali.
L’onesta’ e la sincerita’ rendono vulnerabile.
Non importa, sii franco e onesto.
Quello che per anni hai costruito puo’ essere distrutto in un sol attimo.
Non importa, costruisci.
Se aiuti la gente, se ne risentira’.
Non importa, aiutala.
Da’ al mondo il meglio e ti prenderanno a calci.
Non importa, da’ il meglio di te.
(Madre Teresa di Calcutta)

La vita e’ breve, l’arte grande, l’occasione fuggevole, l’esperimento pericoloso, il giudizio difficile.
(Cicerone)

Se pensi a una cosa alle tre del mattino e poi ci ripensi l’indomani a mezzogiorno, arrivi a conclusioni diverse.
(Snoopy)

Non irridere mai l’altro, potrebbe essere migliore di te.
(Anonimo)

Perche’ la personalita’ di un uomo riveli qualita’ veramente eccezionali, bisogna avere la fortuna di poter osservare la sua azione nel corso di lunghi anni.
Se tale azione e’ priva di ogni egoismo, se l’idea che la dirige e’ di una generosita’ senza pari, se con assoluta certezza non ha mai ricercato alcuna ricompensa e per di piu’ ha lasciato sul mondo tracce visibili, ci troviamo allora, senza rischio d’errore, di fronte a una personalita’ indimenticabile.
(Jean Giono. L’uomo che piantava gli alberi)

Non cercate un amico perfetto, cercate un amico.
(Anonimo)

Conoscere l’ignoranza è forza. Ignorare la conoscenza è debolezza.
(Dao De Jing)

Vivi con i bambini e imperarerai ad amare.
Così diventerai tu un bambino e più ancora: un essere umano.
(Georg Walter Groddeck)

I ragazzi cominciano con l’amare i loro genitori; quando crescono li giudicano e, qualche volta,
li dimenticano.
(Oscar Wilde)

C’e’ un solo modo per dimenticare il tempo:
impiegarlo.
(Baudelaire)

L’importante non e’ galleggiare con leggerezza,
ma affondare pesantemente,
propagando onde leggere.
(Jean Cocteau)

Oggi si conosce il prezzo di tutte le cose e il valore di nessuna.
(Oscar Wilde)

E’ assurdo classificare la gente in buona e cattiva.
Vi e’ la gente piacevole, e la gente noiosa.
(Oscar Wilde)

Se qualcuno è troppo stanco per lasciarti un sorriso, lasciagli il tuo.
(massima cinese)

Diventare vecchi e’ obbligatorio, crescere e’ facoltativo.
(Trailer the Clown)

Vivere è la cosa più rara nel mondo.
Molta gente esiste: ecco tutto.
(Oscar Wilde)

Vivere è una cosa troppo importante per poterne parlare seriamente.
(Oscar Wilde)

Se conosci come, avrai sempre un lavoro, ma se conosci perchè, sarai una guida.
(John M. Capozzi)

La vanita’ altrui irrita perche’ impedisce di esprimere bene la nostra.
(LaRochefoucould)

I giorni indimenticabili nella vita di un uomo sono cinque o sei. Gli altri fanno volume.
(Ennio Flaiano)

Il compito di essere felici si puo’ svolgere. STUDIA !
(Silvio Ceccato)

E’ l’animo che devi cambiare, non il cielo sotto cui vivi.
(Seneca)

Non c’è obbligo di essere intelligenti.
(Leo Longanesi)

Per perdere la testa, bisogna averne una!
(Albert Einstein)

E’ in questa vita che decidi la tua eternità.
(Soren Kierkegaard)

Un’intera montagna di ricordi non uguagliera’ mai una piccola speranza.
(Snoopy)

Desiderata
Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta, e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio.
Finchè possibile senza doverti abbassare, sii in buoni rapporti con tutte le persone.
Dì la verità con calma e chiarezza; e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti; anche loro hanno una storia da raccontare.
Evita le persone volgari e aggressive; esse opprimono lo spirito.
Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine, perchè sempre ci saranno persone più in basso o più in alto di te.
Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti.
Conserva l’interesse per il tuo lavoro, per quanto umile; è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del tempo.
Sii prudente nei tuoi affari, perchè il mondo è pieno di tranelli. Ma ciò non acciechi la tua capacità di distinguere la virtù; molte persone lottano per grandi ideali, e dovunque la vita è piena di eroismo.
Sii te stesso.
Soprattutto non fingere negli affetti, e neppure sii cinico riguardo all’amore; poichè a dispetto di tutte le aridità e disillusioni esso è perenne come l’erba.
Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall’età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza.
Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l’improvvisa sfortuna, ma non tormentarti con l’immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.
Al di là di una disciplina morale, sii tranquillo con te stesso.
Tu sei un figlio dell’universo, non meno degli alberi e delle stelle; tu hai il diritto di essere qui. E che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l’universo ti stia schiudendo come si dovrebbe. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu lo concepisca, e qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni, conserva la pace con la tua anima pur nella rumorosa confusione della vita. Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti, è ancora un mondo stupendo.
Fai attenzione. Cerca di essere felice.
(Trovata nell’antica chiesa di S. Paolo, Baltimora. 1692)

“Figli”
Si sono appropriati di ogni nostro gesto
hanno gli stessi occhi,
la stessa inclinazione a contar storie
magari un viso somigliante
soffrono come noi dell’ingiustizia.
Vivono in un mondo di case rimpicciolite
castelli spaziosi ed alte torri
circondati da fantasmi con nomi misteriosi.
Parlano una segreta lingua di uccelli e di burattini.
In genere ci ignorano.
La nostra vendetta consiste
nel guidar le loro vite e obbligarli a copiare segrete frustrazioni,
ma ogni notte, liberi, ci uccidono nei sogni.
Inoltre si ammalano, pure, e
hanno ancora bisogno di noi.
Ci conquistano con piccole parole
e praticano la magia tenacemente.
Eppure niente potrà impedire
che sui loro corpi il dolore si accanisca,
che commettano errori e che crescano.
(Horacio Salas)

Papà, dammi la tua mano e le montagne saranno colline e i fiumi ruscelli e gli oceani laghi.
Prendi la mia mano e stringila, finchè io stesso non sarò un uomo.
(anonimo)

Una volta lasciata sfuggire, la parola vola.
(Quinto Orazio Flacco)

Una bugia ne rende necessarie molte altre.
(Baltasar Graciàn)

I fanciulli trovano di tutto nel nulla,
gli adulti il nulla nel tutto.
(G. Leopardi)

Il pensiero fa la grandezza dell’uomo.
(Blaise Pascal)

Chi dice male degli altri udrà parlare di sè sempre peggio.
(Baltasar Graciàn)

Si può essere più furbi di un altro,
ma non più furbi di tutti gli altri.
(La Rochefoucoult)

E’ difficile fare le cose difficili:
parlare al sordo,
mostrare la rosa al cieco.
Bambini, imparate a fare le cose difficili:
dare la mano al cieco,
cantare per il sordo,
liberare gli schiavi che si credono liberi.
(Lettera ai bambini di Gianni Rodari)

Per due cose impara a non agitarti:
per quelle che si possono cambiare
e per quelle che non si possono cambiare.
(Proverbio messicano)

Tra quanti rispettano il padre, la madre ed i fratelli, pochi davvero trasgrediscono ai propri superiori.
(Confucio)

Se c’è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino,
dovremmo prima esaminarlo bene
e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi.
(C.G. Jung)

Prendere riempie le mani,
dare riempie il cuore.
(Margarete Seeman)

Molte persone attribuiscono al destino le colpe di ciò che succede loro.
Io non credo nel destino.
Le persone di successo sono quelle che si alzano al mattino e si mettono alla ricerca del proprio destino e,
se non lo trovano,
se lo creano.
(George Bernard Shaw)

Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di fare, incominciala.
L’audacia ha in sè genio, potere e magia. Incominciala adesso.
(W. Goethe)

Padre: Adesso non ho tempo‚
Figlio: Ma il tempo è adesso
(Anonimo)

Un insegnante ha effetto sull’eternita’: non si puo’ mai dire dove termina la sua influenza.
(Henry Adams)

Spesso i genitori si “occupano” dei propri figli ma non se ne “preoccupano”.
(Anonimo)

Tutto ciò che merita di essere fatto, merita di esser fatto bene.
(Philip Dormer, lord Chesterfield)

L’avere un figlio ingrato è più doloroso del morso di un serpente.
(W.Shakespeare)

Un bambino è qualcuno che proseguirà ciò che avete intrapreso.
Egli siederà nel posto in cui voi siete seduti e, quando ve ne sarete andati
dedicherà le sue cure alle questioni che oggi voi ritenete importanti.
Voi potete adottare tutte le linee di condotta che vorrete,
ma a lui spetterà il modo di metterle in opera.
Egli prenderà la direzione delle vostre città, stati e nazioni.
Prenderà il posto nelle vostre chiese, scuole, università, corporazioni e le amministrerà.
Tutti i vostri scritti saranno giudicati, lodati o condannati da lui.
La sorte dell’umanità è nelle sue mani.
(Abramo Lincoln)

Il bambino impara ciò che vive
Se vive nel rimprovero, diverra’ piu’ intransigente
Se vive nell’ostilita’, diverra’ piu’ aggressivo
Se vive nella derisione, diverra’ piu’ timido
Se vive nel rifiuto, diverra’ uno sfiduciato
Se vive nella serenita’, diverra’ piu’ equilibrato
Se vive nell’incoraggiamento, diverra’ piu’ intraprendente
Se vive nell’apprezzamento, diverra’ piu’ comprensivo
Se vive nella lealta’, diverra’ piu’ giusto
Se vive nella chiarezza, diverra’ piu’ fiducioso
Se vive nella stima, diverra’ piu’ sicuro di se’
Se vive nell’amicizia, diverra’ veramente amico per il suo mondo.
(Dorothy L. Nolte)

Crescere vuol dire prendere il posto dei propri genitori.
(D. Winnicott)

I tuoi figli non sono figli tuoi
Sono i figli e le figlie della vita stessa.
Tu li metti al mondo ma non li crei.
Sono vicini a te, ma non sono cosa tua.
Puoi dar loro tutto il tuo amore,
ma non le tue idee.
Perchè loro hanno le proprie idee.
Tu puoi dare dimora al loro corpo,
non alla loro anima.
Perchè la loro anima abita nella casa dell’avvenire,
dove a te non è dato di entrare,
neppure col sogno.
Puoi cercare di somigliare a loro
ma non volere che essi somiglino a te.
Perchè la vita non ritorna indietro,
e non si ferma a ieri.
Tu sei l’arco che lancia i figli verso il domani.
(Khalil Gibrar)

O Dio, mandaci dei matti
O Dio, mandaci dei matti,
di quelli che siano capaci di esporsi,
di quelli che siano capaci di scordarsi di loro stessi,
di quelli che sappiano amare con opere e non con parole,
di quelli che siano totalmente a disposizione del prossimo.
A noi mancano matti, o Signore,
mancano temerari, appassionati,
persone capaci di saltare nel vuoto insicuro,
sconosciuto e ogni giorno più profondo della povertà;
di quelli che sono capaci di guidare la gente
senza il desiderio di utilizzarla come sgabello per salire loro;
di quelli che non utilizzano il prossimo per i loro fini.
Ci mancano questi matti, o mio Dio!
Matti nel presente, innamorati di una vita semplice,
liberatori del povero, amanti della pace,
liberi da compromessi, decisi a non tradire mai,
disprezzando le proprie comodità o la propria vita,
totalmente decisi per l’abnegazione,
capaci di accettare tutti i tipi di incarichi,
di andare in qualsiasi luogo per ubbidienza,
e nel medesimo tempo liberi, obbedienti,
spontanei e tenaci, allegri, dolci e forti.
Dacci questo tipo di matti, o mio Signore.
(Louis Joseph Lebret)

E’ assurdo classificare la gente in buona e cattiva.
Vi è la gente piacevole e la gente noiosa.
(Oscar Wilde)

Il bambino che non gioca non è un bambino,
ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre
il bambino che ha dentro di sè.
(Pablo Neruda)

Preghiera di un padre. 

Dammi, Signore, un figlio che sia così forte da sapere quando è debole,
e così coraggioso da vergognarsi
davanti a se stesso quando ha paura;
che sia orgoglioso e saldo nella sconfitta;
d’onore, umile e magnanimo nella vittoria.
Dammi un figlio che non desideri solo, ma che agisca;
un figlio che ti conosca e che impari a conoscere se stesso:
questa è la pietra di volta della saggezza.
Conducilo, ti prego, non per il cammino dell’ozio e delle comodità,
ma mettilo sotto il pungolo delle difficoltà ed il peso dei problemi.
Insegnagli a mantenersi saldo nella tempesta
ed avere compassione di quelli che falliscono.
Dammi un figlio il cui cuore sia trasparente
e il cui sguardo sia rivolto in alto;
un figlio che sappia governare se stesso
senza pretendere di governare gli altri;
che sappia camminare verso il futuro
senza mai dimenticare il passato.
E quando gli avrai donato tutto questo,
aggiungi, te ne prego, abbastanza senso dello humor
per essere sempre serio senza prendersi troppo sul serio;
donagli umiltà per ricordare sempre la semplicità della vera saggezza,
la mitezza della vera forza.
Allora io, suo padre, potrò dire: “Non ho vissuto invano”.

(Douglas MacArthur)

One Response to massime ed aforismi educazionali

  1. admin says:

    Tks Tks!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>